Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / Primo piano
Lukaku al veleno sui social: "Solo Dio mi può giudicare, supererò i momenti più bui"TUTTO mercato WEB
mercoledì 29 marzo 2023, 10:59Primo piano
di Mattia Albertella
per Linterista.it

Lukaku al veleno sui social: "Solo Dio mi può giudicare, supererò i momenti più bui"

La sosta per le Nazionali è stata rigenerante per Romelu Lukaku che ha segnato quattro gol in due partite con il Belgio contro Svezia e Germania. E l’attaccante ha voluto rispondere alla critiche ricevute negli ultimi due mesi con due storie pubblicate sul suo profilo Instagram. Nella prima è presente un personaggio dei cartoni animati (una sua controfigura) spalle al muro con tanti coltelli puntati contro ai quali però sembra non dare importanza. La canzone scelta per accompagnare l’immagine è "Only God can judge me" di Tupac Shakur, e nell’estratto scelto dalla punta si possono udire queste parole: “Solo Dio può giudicarmi, giusto? Solo Dio mi può giudicare ora. Solo Dio piccola. Nessun altro, nessun altro.

Tutti voi altri figli di p*****a fatevi gli affari miei”. Ma non è finita qui. Nella storia successiva il belga ha pubblicato una foto mentre esulta con la maglia della sua nazionale accompagnata sempre da una canzone con un forte significato. Si tratta di "Love give me a sign" di DMX ed il frammento scelto è il seguente: "Non smetterò finché non morirò. Ce la farò, sbagliato o giusto, a superare i momenti più bui e quando verrà la mattina, vedrai che tutto quello che ho è Dio in me. Signore, dammi un segno!”.