Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / News
Inzaghi vuole la vera Inter: l'essenza del match di stasera passa proprio dai nerazzurriTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 20 febbraio 2024, 12:19News
di Adele Nuara
per Linterista.it

Inzaghi vuole la vera Inter: l'essenza del match di stasera passa proprio dai nerazzurri

"Ci vorrà la vera Inter", ha affermato ieri Simone Inzaghi in conferenza. Una frase apparentemente banale e scontata ma che racchiude invece l'essenza dell'ottavo di finale di Champions di questa sera contro l'Atletico Madrid. "Basta interpretare. Il mister lascia intendere che la vera Inter, quella che esprime la pienezza del suo potenziale, si sia vista solo a tratti in Champions. Si riferisce alla mezzora della ripresa nella sfida d’andata contro il Benfica nel girone, ad esempio. Inzaghi ha visto il livello a cui può arrivare la sua squadra e chiede di raggiungerlo contro l’Atletico Madrid perché 1) sa che è necessario, 2) sa che è possibile", si legge su Libero.

Il quotidiano spiega anche i motivi. La squadra di Simeone è tosta da affrontare e lo sa bene Inzaghi quando tiene i suoi sull'attenti. "I colchoneros, infatti, non sono ancora una formazione compiuta in un disegno chiaro, sono semmai un embrione di qualcosa di diverso rispetto al passato. Non è più l’Atletico del cholismo che si schierava con un 4-4-2 compattissimo, baricentro bassissimo, difesa monumentale, ripartenze a fionda, calci piazzati elevati ad arte e salti addosso alle seconde palle. Dimenticatelo", si legge. Adesso l'Atletico è una squadra che fa del possesso palla e della qualità i suoi punti di forza e il modulo è lo stesso dell'Inter di Inzaghi, il 3-5-2.

"Lautaro e Griezmann sono le due stelle polari tecniche e morali, gli uomini attorno ai quali ruota tutto. Simili anche gli altri assi dello schema. Tra i pali c’è l’esperienza, la concretezza e la calma di Sommer e di Oblak. In difesa, gli esperti De Vrij e Witsel al centro, i carismatici Pavard e Savic a destra, i tecnici Bastoni e Hermoso (in scadenza e cercato dall’Inter: sarebbe un colpaccio) a sinistra. In mezzo due giocatori reinventati nel ruolo di regista come Calhanoglu e Koke, affiancati dai tuttofare Barella e De Paul e dai box-to-box Mkhitaryan e Barrios, divisi da 15 anni solo all’anagrafe. Sugli esterni, ricicli di lusso come Darmian e Llorente a destra e i motori delle azioni offensive Dimarco e Riquelme a sinistra". Una vera e propria gara a specchio dunque.