Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / News
Casini: "Sovrapposizione Serie A con le coppe europee sarà inevitabile"TUTTO mercato WEB
lunedì 26 febbraio 2024, 21:30News
di Alessandra Stefanelli
per Linterista.it

Casini: "Sovrapposizione Serie A con le coppe europee sarà inevitabile"

Nella sua conferenza stampa di oggi dopo l'assemblea di Lega Serie A, il presidente Lorenzo Casini ha parlato anche dei calendari della prossima stagione, con la nuova Champions League, a 36 squadre, contro le 32 attuali, che intaserà ancora di più i calendari e i campionati nazionali dovranno trovare un rimedio: "Un altro tema è la sovrapposizione delle partite di campionato con le coppe europee, che diventerà inevitabile. Prima di discutere di format alternativi, è opportuno chiarire alcune cose".

Sui calendari emerso qualcosa?
"Ancora no, si è preso contezza di quale sarà il quadro. È molto fitto, c'è una presa d'atto e l'uniformità di vedute sulla posizione: dai dati che sono emersi, negli ultimi vent'anni, mentre a livello nazionale il numero di partite non è incrementato, se non con la final four di Supercoppa, a livello internazionale le partite sono cresciute in modo vertiginoso".

Visto che ci sarà il mondiale per club, avete discusso dell'avvio del prossimo campionato?
"Sono questioni che non sono state affrontate oggi, ma lo saranno nelle prossime settimane. La prossima assemblea è l'8, ma in video".

Si è parlato di Superlega?
"L'amministratore delegato Luigi De Siervo ha riportato l'esito dell'incontro, poi non si è discusso. Si aspetta di capire cosa accadrà dopo la decisione della giustizia europea, ma non c'è stato un dibattito".