Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / News
L'Inter lavora al rinnovo di Lautaro: c'è distanza ma non incolmabileTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 28 febbraio 2024, 09:22News
di Adele Nuara
per Linterista.it

L'Inter lavora al rinnovo di Lautaro: c'è distanza ma non incolmabile

Non solo lo Scudetto e la Champions con l'Inter, Lautaro Martinez mette nel mirino anche i record personali: "Sta segnando come mai prima in carriera, avendo già messo insieme ben 25 centri in 33 presenze complessive. Ma è soprattutto in campionato che è implacabile. Non solo è il capocannoniere del torneo, ma le 22 reti in 23 gare giocate gli permettono di inseguire il record assoluto per i tornei a 20 squadre, vale a dire i 36 gol segnati da Higuain, nell’annata 2015/16, e da Immobile, in quella 2019/20", si legge sul Corriere dello Sport.

Per battere il record di Immobile e Higuain il Toro dovrebbe segnare 14 reti nelle prossime 12 gare: missione ardua. Inoltre sia Ciro che il Pipita erano più avanti in termini di gol a questo punto della stagione: l'azzurro a quota 27, l'argentino 24.
Il match di stasera con l'Atalanta ha dunque per il capitano nerazzurro una doppia valenza: volare a +12 dalla Juve inseguitrice e incrementare il suo bottino.

Dal punto di vista contrattuale, l'Inter vuole blindare Lautaro. L'argentino dal 2020/21 ha vinto tanto, quasi tutto, "e facendosi forte anche di questo profilo di “serial winner”, l’Inter vorrebbe legare i bonus inseriti nel rinnovo di contratto proprio ai successi di squadra, non necessariamente ai titoli, ma magari pure a qualche tappa intermedia - prosegue il Corriere dello Sport -. Di fatto il nodo da sciogliere per la fumata bianca è proprio questo. Lautaro è il primo a sapere che oltre certe cifre il club nerazzurro non può andare. Quindi, gli va bene partire con una base fissa di 8 milioni. Vuole, però, avere margini non troppo complicati per toccare almeno quota 10 milioni. Marotta e Ausilio, invece, spingono perché siano soprattutto i successi ad alzare l’asticella. Insomma, la distanza c’è, ma la chiave per colmarla verrà trovata".