Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / News
Garlando: "Inzaghi si è avvicinato a Gasperini, entrambi migliorano i singoli attraverso il gioco"TUTTO mercato WEB
mercoledì 28 febbraio 2024, 13:43News
di Marco Pieracci
per Linterista.it

Garlando: "Inzaghi si è avvicinato a Gasperini, entrambi migliorano i singoli attraverso il gioco"

Sulle colonne de La Gazzetta dello Sport Luigi Garlando parla del match point per l'Inter che in caso di successo stasera nel recupero contro l'Atalanta potrebbe scappare a +12 dalla Juventus: "Forse è troppo, ma neanche tanto, se è vero che mai nella storia della Serie A una squadra in vantaggio di 12 punti a 12 giornate dal termine è riuscita a perdere lo scudetto. E non sembra in grado di farlo questa Inter che, in base alle classifiche comparate dei 5 campionati top, sta dominando l’Europa. Non c’è una sola squadra che abbia raccolto più punti (66), più vittorie (18), più gol (63) e ne abbia subiti meno (12) dei nerazzurri che non perdono in campionato dal 27 settembre (Sassuolo) e vengono da 7 vittorie di fila, con un poker di reti nelle ultime 3".

Il discorso scivola poi sull'evoluzione tattica di Simone Inzaghi, avvicinatosi a Gian Piero Gasperini: "Tatticamente si sono avvicinati, accomunati da un effetto collaterale virtuoso: entrambi migliorano i singoli attraverso il gioco. Inzaghi, che da interista non ha mai perso con Gasp, avrà suggerito ai suoi di ignorare la prova sofferta dell’Atalanta contro il Milan e di ricordare piuttosto quella d’andata, a Bergamo. L’Inter vinse 2-1, ma fino al 40’, cioè fino al passaggio visionario di Calha che procurò il rigore su Darmian, la Dea aveva nascosto palla e porta alla capolista, aggredita in massa. Il gol di Scamacca nacque da una palla spolpata da Lookman in pressing su Dimarco".