Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / Podcast
Brambati: "Alla Juve provano ad anticipare l'addio di Allegri, contatto con Thiago Motta. Ma Conte..."TUTTO mercato WEB
giovedì 22 febbraio 2024, 18:32Podcast
di Marco Lavatelli
per Linterista.it

Brambati: "Alla Juve provano ad anticipare l'addio di Allegri, contatto con Thiago Motta. Ma Conte..."

Ospiti: Brambati:" Alla Juve stanno pensando a Motta. Poche probabilità di portare Conte." Impallomeni:" Chiesa va sostenuto un giocatore importante." Santarelli:" I calciatori della Juve si facessero un esame di responsabilità." Maracana con Marco Piccari, Stefanop Impallomebni e Alessandro santarelli.
00:00
/
00:00

A -9 con una partita in più la Juventus sembra aver ormai salutato qualsiasi speranza di rimontare l'Inter capolista in campionato con 63 punti. Senza lo Scudetto le possibilità di addio di Allegri a fine anno aumentano più di quanto non siano già alte, come spiegato da Massimilano Brambati oggi a TMW Radio: "A me hanno detto che in questo periodo uno si dovrebbe già mettere a tavolino in una società importante come la Juve e delineare dei programmi, che non sono solo il contratto dell'allenatore ma anche il futuro della società a livello tecnico. Invece pare che Giuntoli non si sia seduto con Allegri. E pare ci sia stato un contatto con Thiago Motta. Pare che alla Juve stiano anticipando la chiusura del contratto con Allegri. Forse stare troppo in un ambiente le motivazioni vengono anche meno. E' vero che lo conosci bene un ambiente, ma poi forse se ti senti in una comfort zone non dai il massimo. Quando comincia a non avere più in mano i giocatori, conviene davvero cambiare aria".

Sul prossimo allenatore: "Per me l'uomo giusto è uno, che vuole tornare e non mette davanti il proprio ego. E ci sono pochissime possibilità che torni, pari a zero. Con tutto il rispetto che ho per Thiago Motta, tra lui e Conte non c'è paragone. Con Conte non rischi nulla, se cadi, cadi in piedi".