Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / News
Bastoni: "Io e Calafiori? Nessuno si lamenta quando giocano due destri. Spagna, saremo pronti"
domenica 16 giugno 2024, 06:30News
di Marco Corradi
per Linterista.it

Bastoni: "Io e Calafiori? Nessuno si lamenta quando giocano due destri. Spagna, saremo pronti"

Alessandro Bastoni commenta la prestazione dell'Italia e la sua rete anche ai microfoni di Sky Sport. Di seguito le sue parole: "Nessuno si aspettava questa partenza, avevamo un piano-partita completamente diverso contro l'Albania. Prendere gol così, contro 50mila tifosi albanesi, poteva tagliarci completamente le gambe. Siamo stati bravi a reagire e non scomporci, riprendendo in mano la gara e vincendo 2-1". 

Avete paura della velocità della Spagna? Spesso soffrite le punte rapide...

"Incontreremo attaccanti più veloci di noi, ma succede spesso sia nei club che nella Nazionale. L'importante è sapersi comportare contro quel tipo di giocatori, pensiamo di sapere come fare". 

Ci racconti questa coppia con Calafiori?

"Per una settimana ho sentito dire che due sinistri giocano male insieme, questa cosa onestamente non l'ho capita. Per anni abbiamo visto giocare insieme due destri, nessuno si è lamentato. Calafiori è un grandissimo giocatore, ha fatto una stagione da incorniciare e non devo dirlo io. Ci siamo trovati bene, affineremo ancora l'intesa in queste settimane". 

In Germania l'Italia vinse i Mondiali, tu avevi sette anni. Che ricordi hai?

"Ricordo benissimo tutto il percorso della Nazione di Del Piero e Cannavaro. So che Ale è in studio, ci tengo a ringraziarlo per l'incontro che abbiamo avuto coi grandi numeri dieci della Nazionale: è stato un incontro bello, toccante ed emozionante. Cosa ci hanno detto? Spesso si pensa a restare concentrati e, in tornei come questi, vincono la tensione e l'attenzione. Loro ci hanno ricordato che facciamo questo sport per divertirci, ci hanno detto di giocare con la testa libera. Non è sempre facile, ma ci proviamo".