Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports
tmw / inter / Serie A
Commisso a 360°: "Vlahovic è della Fiorentina, no ai ricatti. Servono regole e rispetto"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport
giovedì 2 dicembre 2021, 15:15Serie A
di Simone Bernabei

Commisso a 360°: "Vlahovic è della Fiorentina, no ai ricatti. Servono regole e rispetto"

Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso ha parlato ai microfoni di Radio 24, trattando molti temi legati all'attualità e tornando inevitabilmente anche sulla questione futuro di Dusan Vlahovic. Queste le parole riprese da FirenzeViola: "Abbiamo cominciato una delle migliori stagioni negli ultimi 15 anni, abbiamo 8 vittorie e 7 sconfitte, i tre punti valgono più di un pareggio. Italiano ha portato esperienza e valorizzato i giocatori dello scorso anno: col materiale che avevamo ha fatto una grandissima squadra finora. Già un anno fa dissi che avevo sbagliato a mandare via Iachini dopo sette partite, poi con Prandelli le cose non sono andate molto meglio e ho richiamato Iachini: ho imparato che forse queste cose non si devono fare, Iachini doveva lavorare ancora dieci partite ma poi con le pressioni e i grandi giornalisti che ci sono a Firenze ho cambiato. La maggior parte dei giornalisti di Firenze sono brava gente e fa il loro lavoro, però...".

Cosa l'ha colpita di Vincenzo Italiano?
"Che è siciliano (ride, ndr). La modestia. Per Italiano do meriti a Barone ma prima di tutto a Pradè, che è molto criticato. Qui nella Fiorentina siamo tutte persone e uomini di famiglia".

Che ne pensa del presidente Gabriele Gravina?
"Ho una grande stima e un ottimo rapporto con lui. Il calcio si può falsare dentro e fuori dal campo, a marzo qualcuno mi ha detto che dovevamo mettere soldi o non eravamo nei parametri. In 24 ore ho messo 30 milioni, a giugno poi mi vengono a dire che l'indice di liquidità non era stato rispettato da altri nonostante fosse stato scalato verso il basso. Non è giusto che le leggi non siano uguali per tutti: per me come per gli altri, si compete sia sul campo che sulle questioni finanziarie. Rocco Commisso e la Fiorentina hanno pagato ogni centesimo che dovevano al Governo italiano nel giorno stesso".

Servono regole definitive su temi come le plusvalenze?
"Le plusvalenze sono profitti sulla carta, ma non necessariamente i soldi arrivano. Noi, se vedete anche Mediacom, parliamo sempre di cash, in cassa, da 25 anni mettiamo sempre i soliti dati che per noi sono la cosa più importante. Per me certe cose non sono giuste. I soldi che le società fanno devono riflettere quelli che sono nella società. Come succede che hanno 400 milioni e poi fanno debiti? Negli ultimi mesi la Juventus ha perso 1 miliardo di euro. In America è tutto diverso, ma queste questioni influenzano anche me perché io sono un competitor, competo con loro e ci vogliono regole per tutti".

Il caso Vlahovic ma non solo: ci sono troppi intermediari nel calcio?
"Parliamo dei procuratori, qui si dovrebbe introdurre un'altra norma. Abbiamo parlato con UEFA, FIFA, CONI, FIGC e Serie A: io voglio aiutare il calcio italiano, l'ho portato in diretta sulla CBS e adesso sto costruendo il Viola Park per una dimensione più europea. Regolare le questioni dei procuratori è importantissimo: in America ci sono cinque leghe e non c'è cash market, i procuratori al massimo chiedono un 3% sul salario e non sul trasferimento. In ogni sport è così, controlla un commissioner. Qui è come il Far West, che una volta era in America e ora è nel calcio italiano. C'è gente che arriva a chiederti il 10 se non il 20%. Dove siamo arrivati? Infantino dice che ci sono 700 milioni andati ai procuratori in un anno. Come si fa a continuare così? Sono sotto scacco di gente che vuole mandare via Vlahovic. Guardate cos'è successo con Donnarumma. Con Gattuso abbiamo avuto un caso di doppia rappresentanza ma è una cosa che deve finire! Non si può fare così".

Vlahovic è una questione oramai chiusa?
"Per prima cosa non posso dirlo, perché qui non siamo ancora alla fine. Ricordate quanto mi hanno criticato quando ad ottobre sono stato trasparente coi miei tifosi sulla situazione Vlahovic? Dicevano che eravamo rovinati. Eppure nelle 7 partite prima dell'annuncio ha fatto 4 gol di cui 3 su rigore, dopo invece 8 gol di cui uno su rigore. Io credo di averlo motivato, poi devo dire che è un professionista e posso solo parlarne bene. Io però non mi faccio ricattare da nessuno, se mi posso tutelare legalmente lo faccio. Voglio dire a Juventus, Arsenal, a tutto il mondo che la Fiorentina è padrona del cartellino di Vlahovic. Io ho sempre pagato, non sono uno di quelli che non paga stipendi da mesi, e voglio rispetto".

Vorrebbe un sistema più simile a quello americano?
"La cosa che non mi è mai piaciuta degli USA è che mancano promozioni e retrocessioni. Guardate la Superlega! Qui stanno portando il contrario di Robin Hood, rubando ai poveri per dare ai ricchi. Pensate che se la Juventus retrocedesse in Serie B, sarebbe comunque lì per meritocrazia. Per sempre! Ci sono troppi poteri in Italia che distruggono aziende e persone come me che vogliono investire".
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2022 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000