Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / inter / Editoriale
Il Milan domina il Best XI del campionato, ma i tifosi scelgono l’Inter e bocciano Vlahovic. Re dei voti Maignan. Lazio e Roma schiacciano la Juventus, bene il Napoli con rimpianti. Che shock DumfriesTUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 25 maggio 2022, 08:30Editoriale
di Tancredi Palmeri

Il Milan domina il Best XI del campionato, ma i tifosi scelgono l’Inter e bocciano Vlahovic. Re dei voti...

Prima di mandare in archivio la stagione, è tempo del Best XI.
Come sempre, deciso attraverso il sondaggio che ho indetto su Twitter, ruolo per ruolo, rispettando le posizioni in campo o le aree di azione. E riservando per me l’opzione Alessandro Borghese che in alcuni casi ribalta il voto. 

Sono arrivati più di 40mila voti, con una volata shock per Dumfries.
Per ogni ruolo 4 candidati, compreso il miglior allenatore. Accanto a ognuno le motivazioni e le percentuali del sondaggio, che in 3 casi su 12 ha dato una scelta differente rispetto alla mia.

Come modulo è stato utilizzato il 3-5-2: nessuna preferenza personale, semplicemente dati alla mano è il modulo più utilizzato dalla maggioranza dalle squadra di Serie A.
Per questo, in alcuni casi certi giocatori sono stati adattati a un ruolo differente, pur rispettando lo spazio occupato sul campo.
Nelle mie scelte il Milan domina la selezione per maggioranza, mentre a sorpresa il voto dei tifosi favorisce l’Inter, perfino in una votazione sorprendente che boccia Vlahovic. Nonostante siano finite dietro, Lazio e Roma piazzano molti più giocatori della Juventus tra le nomination. Dove il Napoli ritrova due terzi della squadra, il che accresce i rimpianti.

PORTIERE

Nomination

TERRACCIANO (2%) - Ha scalzato Dragowski senza ripensamenti, cannando solo contro il Milan.

VICARIO (7%) - Con Andreazzoli il principale artefice della strepitosa salvezza dell’Empoli.

CONSIGLI (2%) - Il suo standard sempre alto forse ha conosciuto la migliore stagione. Sottovalutato.

Vincitore

MAIGNAN (89%) - In assoluto il giocatore più votato dell’intero sondaggio per voti e percentuale. Per la prima volta nella storia solo uno il portiere delle grandi a entrare nel lotto finale. Essere un buon portiere era possibile, ma riuscire a non fare rimpiangere Donnarumma è stato incredibile.
DIFENSORE CENTRALE DI DX

Nomination

TOLOI (2%) - Troppi infortuni, altrimenti una sicurezza, e infatti l’Atalanta ne ha patito l’assenza.

CALABRIA (9%) - Una progressione incredibile. E’ diventato affidabile, lavorando sui suoi limiti.

KOULIBALY (27%) - Grandi picchi di forma, nel girone di ritorno alla lunga ha risentito della Coppa d’Africa.

Vincitore

SKRINIAR (62%) - Una roccia lo è sempre stata. Impressionante come abbia rilevato da De Vrij il ruolo di leader difensivo.
DIFENSORE CENTRALE DI CENTRO

Nomination

MEDEL (2%) - Working class hero la cui sagacia tattica è un regalo da custodire per ogni allenatore.

RRAHMANI (2%) - Scusate il ritardo. A un anno dal suo arrivo ha finalmente giustificato la spesa.

TOMORI (39%) - Una leggera pausa in mezzo al campionato, poi personalità degna dei grandi.

Vincitore

BREMER (57%) - Spaventoso. Annata perfetta. Miglioramento di rara rapidità. Vuole chiedere il passaporto italiano per giocare in Nazionale, o forse per provocare Tite e farsi convocare nella Seleçao. Nel frattempo, sognare non costa niente…
DIFENSORE CENTRALE DI SX

Nomination

IBANEZ (5%) - Nonostante le pause, un giovane promettente come lui sfrutta la mano di Mourinho.

LUIZ FELIPE (4%) - La sua crescita permette di potersi congedare da Acerbi più tranquillamente.

BASTONI (56%) - La scelta dei tifosi. Campione d’Europa consapevole. Il futuro della difesa italiana.

Vincitore

KALULU (35%) - Impressionante, perfino meglio di Tomori. Invalicabile, subito pronto, prodotto finito.
ESTERNO DX DI CENTROCAMPO

Nomination

SINGO (5%) - Ha confermato tutte le promesse, asset per Juric e in rampa di lancio per una grande.

CUADRADO (20%) - Cambia tutto alla Juve, ma lui non cambia mai. Costante asso nella manica.

DUMFRIES (38%) - Votato dai tifosi. A novembre già bollato bidone da tutti. E invece, esplosivo.

Vincitore

BERARDI (37%) - Ruolo adattato giocoforza al modulo scelto. Berardi ha spiccato il volo sulle ali del titolo europeo, per prestazioni e personalità. Andrà finalmente al Milan? Se lo merita.
INTERNO DI DX DI CENTROCAMPO

Nomination

MAXINE LOPEZ (2%) - Non ha fatto sentire la mancanza di Locatelli, anzi aggiungendoci del suo.

BARELLA (37%) - Finale di campionato alla sua altezza, ma ha patito gli straordinari dell’anno scorso

FABIAN RUIZ (8%) - Tra le colonne del Napoli che si è giocato lo scudetto, finché se l’è giocato.

Vincitore

TONALI (53%) - Solo chi non lo conosceva poteva dubitare della sua esplosione. Doveva semplicemente adattarsi al ruolo in una cerniera di mediani a 2, e non in un centrocampo a 3. Ha aggiunto i gol. Capitan futuro.
REGISTA/TREQUARTISTA

Nomination

LO. PELLEGRINI (17%) - Leader tecnico di una squadra giovane dove addirittura fa da veterano.

LUCAS TORREIRA (5%) - Tanta qualità a buon mercato. Sarebbe assurdo lasciarselo scappare.

LUIS ALBERTO (7%) - Qualche calo, ma quando si accende continua a inventare come pochi.

Vincitore

BROZOVIC (71%) - Uno dei migliori registi al mondo. E adesso non si nasconde più, ma trascina.
INTERNO DI SX DI CENTROCAMPO

Nomination

BENNACER (12%) - In crescendo, la qualità ce l’aveva, ma finalmente ha aggiunto la costanza.

ANGUISSA (5%) - Califfo del centrocampo, vero colpaccio dal nulla scovato dal Napoli a poco.

CALHANOGLU (28%) - La miglior stagione in carriera, e sì che qualche pressione ce l’aveva…

Vincitore

MILINKOVIC-SAVIC (55%) - Il Sergente ha compiuto la maturazione definitiva da leader.
ESTERNO DI SX DI CENTROCAMPO

Nomination

MARUSIC (1%) - Classico giocatore plastilina nelle mani di Sarri, si è messo al servizio al meglio.

THEO HERNANDEZ (44%) - Esplosivo, non sempre irreprensibile difensivamente, ma consapevole.

INSIGNE (3%) - I rigori sbagliati pesano altrimenti su 2/3 di campionato da condottiero vicino al titolo.

Vincitore

PERISIC (52%) - Mvp del campionato se Leao non avesse vinto lo scudetto. Da un anno e mezzo è tra i migliori in campo, forsennato nello spingere, sapiente nel coordinare quando c’è da controllare, insostituibile nel fare tirare su la testa ai suoi quando l’esperienza in campo è venuta a mancare.
ATTACCANTE DI DX

Nomination

GIROUD (13%) - Magari gioco statico, ma la sostanza del segnare quando servisse nei big match.

IMMOBILE (22%) - Capocannoniere per la quarta volta, secondo solo a Nordahl. Meno esplosivo, più padrone.

LAUTARO (37%) - Il vincitore del sondaggio. Tante critiche ingiustificate, tende sempre più a ricalcare la parabola di Crespo, a soli 24 anni è diventato uno da 30 gol ufficiali in stagione.

Vincitore

VLAHOVIC (28%) - Prima che ci mettesse le mani Allegri, era semplicemente inarrestabile. L’onda lunga dell’entusiasmo è durata un mesetto, poi ha cominciato ad assaporare le meraviglie del catenaccio.
ATTACCANTE DI SX

Nomination

SIMEONE (2%) - Ha ritrovato i gol e la verve in un gioco spumeggiante come quello di Tudor.

OSIMEHN (9%) - Il rammarico per le assenze, lo strapotere tecnico-atletico, ma pause nei big match.

ABRAHAM (18%) - Oltre le più rosee previsioni. E chissà con Mourinho dove può arrivare…

Vincitore

RAFA LEAO (71%) - Il giocatore più decisivo. Incarna l’intera manovra offensiva del Milan. Ma la cosa più inverosimile è che non ne sente minimamente il peso.
ALLENATORE

Nomination

NICOLA (13%) - Stavolta è riuscito addirittura a superarsi, anche con un finale fortunato. Tranne a Torino, non ha mai fallito. E’ il momento che gli venga data una possibilità competitiva.

SPALLETTI (3%) - Il finale deludente non può far dimenticare che il Napoli è entrato tranquillamente in Champions avendo una squadra che sulla carta sarebbe anche potuta rimanerne fuori di poco.

SIMONE INZAGHI (24%) - Continueranno a dire che doveva vincere la stella. Ed è assurdo. Perché a settembre l’Inter sembrava mentalmente in completo disarmo. Piombata peraltro a -7. E invece non solo le ha fatto vincere 2 titoli, ma giocando di gran lunga il miglior calcio d’Italia, non campando sull’eredità di Conte.

Vincitore

PIOLI (60%) - Capolavoro. Lo scudetto del Milan è il più sorprendente in Serie A negli ultimi 20 anni, dal Milan 98-99. Ma è in verità uno dei inaspettati della storia del calcio italiano. E lo si deve a lui, che ha fatto in modo di far credere al suo gruppo che fosse possibile. Gioco pratico, ma rosa limitata, Pioli riscuote un debito storico con il destino.
Best XI

Maignan
Skriniar, Bremer, Kalulu
Berardi, Tonali, Brozovic, Milinkovic-Savic, Perisic
Vlahovic, Rafa Leao
All. Pioli

Skriniar unico confermato dall’anno scorso
Best XI dei lettori

Maignan
Skriniar, Bremer, Bastoni
Dumfries, Tonali, Brozovic, Milinkovic-Savic, Perisic
Lautaro, Rafa Leao
All. Pioli
Maggior presenze nelle nomination

Milan 10
Inter 9
Napoli 7
Lazio 5
Sassuolo 3
Roma 3
Fiorentina 2
Torino 2
Juventus 2
Empoli 1
Atalanta 1
Bologna 1
Verona 1
Salernitana 1