Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / Serie A
Rocchi su Inter-Atalanta: "Braccio innaturale, giusto annullare il gol a De Ketelaere"TUTTO mercato WEB
domenica 3 marzo 2024, 23:43Serie A
di Alessandra Stefanelli

Rocchi su Inter-Atalanta: "Braccio innaturale, giusto annullare il gol a De Ketelaere"

Gianluca Rocchi, nel corso di 'Open VAR' su DAZN, analizza così alcuni degli episodi arbitrali delle scorse giornate di Serie A. Si comincia con il gol annullato a Charles De Ketelaere nel corso del match tra Inter e Atalanta, la rete è stata annullata per un tocco di mano di Aleksej Miranchuk prima del passaggio al belga: “Il braccio è in posizione oggettivamente innaturale, capisco la difficoltà nell’accettare l’episodio perché non è un episodio semplice. Inizialmente io pensavo che stessero rivedendo il fallo che invece è uno scontro di gioco normale. Il fallo di mano invece c’è, a parti invertite avremmo dato calcio di rigore. Si tratta di una valutazione assolutamente corretta”.

Sul rigore concesso in favore dell'Inter per fallo di mano in area su cross di Denzel Dumfries, su cui il guardalinee aveva inizialmente alzato la bandierina: “Quello secondo me è un errore grave.

Io batto il tasto sul timing, nel calcio moderno non ti puoi permettere di mettere fuori gioco il VAR. Preferiamo dare alla tecnologia la possibilità di intervenire. L’assistente lì si fa prendere la mano e alza troppo presto la bandierina, bravo l’arbitro che decide da protocollo di aspettare. Arbitrare e fare l’assistente è istinto, bisogna essere bravi e coraggiosi a non fischiare subito”.