Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / juventus / Primo piano
Mauro: "Paredes può essere l'uomo giusto. Pogba? Va stimolato"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
sabato 25 giugno 2022, 12:18Primo piano
di Simone Gioia
per Bianconeranews.it

Mauro: "Paredes può essere l'uomo giusto. Pogba? Va stimolato"

Massimo Mauro, ex giocatore della Juventus e oggi opinionista televisivo, in un'intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, ha parlato del mercato che i bianconeri stanno conducendo. "Paredes può essere l’uomo giusto: serve uno alla Pirlo, alla Jorginho. Volendo anche un giocatore come Tonali, anche se Sandro ha dimostrato di essere bravo anche se "gira" per il campo. Invece lì serve il vecchio centromediano metodista, che dà ordine, tempi e verticalizzazioni".

Poi, un'opinione anche sul ritorno di Paul Pogba: "Se lui gioca correndo è incontenibile e immarcabile, vista la prestanza fisica. Se corre, difende e poi va a fare gol è straordinario, se invece gioca da fermo diventa normale. Va stimolato, perché in passato ha mostrato qualche pausa mentale: va evitato quel suo andamento a volte da rapper americano ciondolante. Quando invece si muove da atleta è devastante, perché a livello tecnico non gli manca niente, ha anche il colpo di testa e se arriva lanciato in fase d’attacco sa farsi largo di potenza".

Infine, capitolo cessioni a centrocampo, Mauro chiarisce: "Con l’arrivo di Pogba forse Rabiot è il più sacrificabile. McKennie mi piace perché nel suo modo di giocare è umile. E poi è quello che va di più senza palla: la Juve ha disperato bisogno di giocatori che scattino senza palla. Zakaria è arrivato da sei mesi, si è infortunato, non ha quasi avuto tempo, ma ha le caratteristiche giuste, corre avanti e indietro in mezzo al campo".