Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / juventus / Altre notizie
Terremoto DAZN, la Vezzali: "Va convocato un tavolo urgente con Lega, Ministero dello Sviluppo Economico e Garante delle Comunicazioni"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
lunedì 15 agosto 2022, 12:25Altre notizie
di Alessio Tufano
per Bianconeranews.it

Terremoto DAZN, la Vezzali: "Va convocato un tavolo urgente con Lega, Ministero dello Sviluppo Economico...

Non è stato un semplice inciampo quanto una caduta fragorosa quella di ieri per DAZN, dopo un'estate di proclami atti a giustificare gli aumenti dei prezzi e l'eliminazione del multiaccount gratuito. Pronti via, alla prima giornata di campionato c'è stato il black out totale, non per guai causati dalla non sempre performante rete internet italiana, ma per un problema tecnico giustificato dai vertici della piattaforma con questa spiegazione: "Troppi utenti hanno effettuato il log in negli stessi minuti e il sistema non ha potuto reggere tutti quegli accessi insieme"...la pezza peggio del buco insomma. Già nella serata di ieri anche la politica ha deciso di muoversi, cogliendo al balzo la possibilità di cavalcare l'onda di rabbia dei tifosi in piena campagna elettorale, ma riconoscendo allo stesso tempo che il problema c'è e in un paese che vive di calcio, va risolto immediatamente. Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con Delega allo Sport Valentina Vezzali ha quindi annunciato che convocherà con urgenza un tavolo che coinvolga la Lega, il Ministero per lo Sviluppo Economico e l'Autorità Garante delle Comunicazioni per affrontate la questione.