Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Primo piano
Bettega, ospite con RBN del club Fratta (NA): “Chi mi accosta alla presidenza parla del passato, anche se sarò sempre juventino. Scudetto? Nulla è impossibile ma serve un'impresa”TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
mercoledì 30 novembre 2022, 14:58Primo piano
di Alessio Tufano
per Bianconeranews.it

Bettega, ospite con RBN del club Fratta (NA): “Chi mi accosta alla presidenza parla del passato, anche...

Ospite dell'Official Fan Club Juventus Fratta di Frattamaggiore in provincia di Napoli, il direttore di Radio BiancoNera Antonio Paolino, intervenuto nel corso di “Cose di Calcio”, ha scambiato alcune parole con il presidente del club Andrea Vacca che ha presentato l'evento in programma per la serata: “Questa sera ci vedremo all'Old Rope di Frattamaggiore alle 20.30, sarà una cena spettacolo in cui parleremo della storia della Juventus, concentrandoci su chi l'ha fatta, Roberto Bettega, chi l'ha scritta, Pasquale Gallo, e chi la racconta, Radio BiancoNera. Per noi è un onore avere qui, in un club neonato ma che conta già 300 membri, una figura storica della juventinità come Bettega”. Proprio Bettega interviene quindi in collegamento per parlare del momento che sta vivendo la Juventus: “É un enorme piacere per me essere qui, per me è un onore sentirmi riconosciuto per quel poco che sono riuscito a fare nel corso della storia della Juventus”. Una storia che sta vivendo un momento complicato, con alcuni giornali che parlano proprio di un ritorno di Bettega in società, per ricoprire la carica di presidente: “Parlano del passato, io sono stato presidente, oggi non più, ma di certo penso che ci sia la necessità di riportare la nostra Juve ai suoi livelli. Anche qui a Napoli è come se fossi a casa perchè attorno a me non sento solo l'affetto per Roberto Bettega ma l'affetto per la Juve, mi fa sentire in famiglia. Sono entrato a 9 anni e 9 mesi nella Juve, ho avuto la fortuna di vincere quello che ho vinto e posso dire che sono juventino ieri, oggi e domani”. Bettega parla poi di temi legati al campionato, con la Juve che è chiamata all'impresa se vuole raggiungere il Napoli: “I dieci punti di vantaggio sono un distacco molto importante, anche se qui mi è capitato di essere fermato anche da tifosi napoletani che hanno comunque un po' di timore di un possibile ritorno della Juve e delle altre grandi. Se sono 10 punti avanti vuol dire che se lo sono meritato, adesso devono essere bravi a conservarli. Scudetto? Nulla è impossibile, è chiaro che squadra e allenatore devono avere la serenità necessaria a fare un'impresa, la Juventus può tentare questa impresa ma deve farlo collettivamente, non solo quelli che vanno in campo ma tutto il gruppo insieme deve avere la convinzione di potercela fare”.