Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Altre notizie
Dybala nell'interrogatorio sul caso stipendi: "Il mio gruppo di lavoro mi ha detto: meglio se lo facciamo"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 2 dicembre 2022, 14:25Altre notizie
di Matteo Barile
per Bianconeranews.it

Dybala nell'interrogatorio sul caso stipendi: "Il mio gruppo di lavoro mi ha detto: meglio se lo facciamo"...

Nonostante non faccia più parte della Juventus dallo scorso 1° luglio, Paulo Dybala è stato un tassello integrante parecchio importante per la Vecchia Signora sia nel bene che nel male. Le ultime vicende, che coinvolgono Madama, costituiscono parte della negatività contrassegnante i suoi sette anni in bianconero. La spalmatura degli stipendi, infatti, è un fattore che ha riguardato anche lui. Proprio per tale ragione, questi è stato interrogato dalla Procura di Torino, a cui ha sostanzialmente ammesso tale pratica per un aspetto di pura convenienza. Di seguito, proponiamo le parole, derivanti dal colloquio, che la Joya ha avuto coi giustizialisti e che Repubblica ha fedelmente riprodotto:

"Tanta gente pensava che noi avessimo rinunciato a quattro mesi e nessuno sapeva che noi avremmo preso tre mesi pagati più avanti. Quante volte ho firmato? Non ricordo, ma ricordo con esattezza che quando ho firmato la scrittura sulla riduzione avevamo già raggiunto l’accordo con la società. Credo insieme. In una rinunciavamo e nell’altra riprendevamo tre mensilità. Di fatto prendevamo il doppio alcuni mesi della stagione successiva. La seconda manovra? Ognuno questa volta decideva per sé. Io non volevo aderire, volevo ricevere tutti i mesi lo stipendio. Poi il mio gruppo di lavoro mi ha detto: meglio se lo facciamo, abbiamo un buon rapporto con la società, per avere migliori prospettive per il rinnovo".