Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Altre notizie
De Magistris: "Perché Chiesa dopo due anni e mezzo sottotono è ancora il nostro fuoriclasse?"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 28 febbraio 2024, 07:06Altre notizie
di Daniele Petroselli
per Bianconeranews.it

De Magistris: "Perché Chiesa dopo due anni e mezzo sottotono è ancora il nostro fuoriclasse?"

Nel suo editoriale su Tuttomercatoweb, Raimondo De Magistris ha parlato di Federico Chiesa: "Non riesce proprio a scrollarsi di dosso l'etichetta di calciatore talentuoso che potrebbe dare molto di più. Ha dalla sua qualità tecniche che oggi fatichi a trovare in un altro attaccante italiano, ma sono ormai lontani i tempi in cui raggiungeva regolarmente la doppia cifra. Il ruolo in cui gioca nelle ultime settimane è diventato uno dei grandi argomenti nazional-popolari attorno a cui dividersi. Domenica è uscito intorno all'ora di gioco a favore di Kenan Yildiz, attaccante turco 2005 con cui da ormai due mesi è perennemente in ballottaggio. Ed è uscito tra i fischi dei tifosi della Juve".

E ha ammesso: "Il problema non è tanto il calo di Chiesa. Ma il fatto che l'attaccante classe 1997 dopo due anni e mezzo sottotono sia ancora il nostro fuoriclasse. Lo pensa in maniera abbastanza trasversale il tifoso medio, lo pensa soprattutto il nostro commissario tecnico, quel Luciano Spalletti che a metà novembre lo paragonò all'atleta più importante che oggi abbiamo in Italia: 'Non è vero che noi non abbiamo un fuoriclasse come Sinner. Non lo abbiamo avuto nelle scorse partite, ma adesso è tornato: è Federico Chiesa'. A leggerle oggi, a distanza di tre mesi, quelle dichiarazioni fanno ancora più effetto. Perché Sinner nel frattempo ha vinto un Australian Open, mentre Chiesa ha realizzato due gol in undici partite. Perché Sinner è oggi il numero 3 al mondo, Chiesa chissà se è tra i 30 migliori calciatori. Probabilmente no. Però Chiesa, nonostante tutto, resta davvero il miglior calciatore che abbiamo. E questo deve farci riflettere soprattutto sul resto".