Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Altre notizie
Brambati a TMW: "Per me l'uomo giusto per la Juve è Conte"TUTTO mercato WEB
giovedì 22 febbraio 2024, 19:29Altre notizie
di Fabiola Graziano
per Bianconeranews.it

Brambati a TMW: "Per me l'uomo giusto per la Juve è Conte"

I titoli di coda tra Massimiliano Allegri e la sua Juventus potrebbero scorrere a fine stagione. Di questa probabilità se ne è discusso anche durante la trasmissione "Maracanà" in onda su TMW Radio, dove tra gli altri è intervenuto anche Massimo Brambati che ha affermato:

"A me hanno detto che in questo periodo uno si dovrebbe già mettere a tavolino in una società importante come la Juve e delineare dei programmi, che non sono solo il contratto dell'allenatore, ma anche il futuro della società a livello tecnico. Invece, pare che Giuntoli non si sia seduto con Allegri. E pare ci sia stato un contatto con Thiago Motta. Pare che alla Juve stiano anticipando la chiusura del contratto con Allegri. Forse a stare troppo in un ambiente le motivazioni vengono anche meno. È vero che lo conosci bene un ambiente, ma poi forse se ti senti in una comfort zone non dai il massimo. Quando cominci a non avere più in mano i giocatori, conviene davvero cambiare aria. Forse non si riesce a trovare il bandolo della matassa, non basta solo Giuntoli, servono altre persone. Per me l'uomo giusto è uno (Antonio Conte, ndr), che vuole tornare e non mette davanti il proprio ego. E ci sono pochissime possibilità che torni, pari a zero. Con tutto il rispetto che ho per Thiago Motta, tra lui e Conte non c'è paragone. Con Conte non rischi nulla: se cadi, cadi in piedi.

Se venderei Chiesa? No. Che sicuramente ha dei problemi e non ha avuto un allenatore che lo ha capito, forse è vero. Conta anche l'aspetto psicologico. Ad esempio, prima della sfida con l'Inter sembrava titolare e poi parte lui dalla panchina e il rientrante Rabiot titolare, con al suo posto Yildiz".