Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Altre notizie
Vaciago: "Coi ricorsi di Agnelli e Arrivabene la giustizia sportiva rischia di crollare"TUTTO mercato WEB
venerdì 7 giugno 2024, 16:15Altre notizie
di Matteo Barile
per Bianconeranews.it

Vaciago: "Coi ricorsi di Agnelli e Arrivabene la giustizia sportiva rischia di crollare"

Il direttore di Tuttosport designa uno scenario che rischia di scatenare una vera e propria rivoluzione grazie ai ricorsi accolti di Agnelli e Arrivabene

Guido Vaciago prevede la possibilità di una rivoluzione della giustizia sportiva italiana grazie alle mosse di Andrea Agnelli e Maurizio Arrivabene. I ricorsi accettati da parte del TAR del Lazio in merito al caso plusvalenze devono conoscere l'importante seguito della Corte di Giustizia Europea. Qualora ci fosse questo atteso riscontro la FIGC subirebbe uno smacco clamoroso, che si tradurrebbe in una prima importante conseguenza: la perdita dell'autonomia come organo istituzionale. Ecco un estratto dell'editoriale scritto dal direttore di Tuttosport:

"Si giocherà ancora in Lussemburgo una partita fondamentale per capire se l’attuale sistema del calcio è legittimo oppure no. Andrea Agnelli e Maurizio Arrivabene hanno visto accogliere i loro ricorsi al Tar sulle sentenze del caso plusvalenze e, lo stesso Tar, riconoscendo parecchie anomalie nell’iter che ha portato alle loro condanne (così come alla condanna della Juventus) e, soprattutto, ponendo tre quesiti alla Corte di Giustizia Europea. Cosa dirà la Corte e quanto lo dirà? Nella migliore delle ipotesi i tempi potrebbero essere di un anno e mezzo, al massimo due. Il procedimento sarà lo stesso del caso Superlega e la sentenza della Corte Europea sarà inappellabile e diventerà legge per tutti gli Stati dell’Unione. Ed è probabile, vista la recente letteratura, che dia ragione ad Agnelli e Arrivabene. E quindi? La giustizia sportiva riceverebbe una pesante spallata, perché non potrebbe più godere di quella autonomia che chiudeva nel suo alveo le decisioni. Le conseguenze potrebbero essere enormi (anche in termini di intasamento ulteriore della giustizia ordinaria). Ma al di là del problema della giustizia sportiva, potrebbe arrivare un altro segnale inequivocabile che il sistema attuale deve essere profondamente riformato o è destinato a crollare, un pezzo dopo l’altro".