Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Calcio femminile
Dal pregara al 'passillo de honor' fino alla celebrazione finale: il racconto dell'ultima di GamaTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 24 febbraio 2024, 17:49Calcio femminile
di Tommaso Maschio

Dal pregara al 'passillo de honor' fino alla celebrazione finale: il racconto dell'ultima di Gama

Con un lungo articolo la FIGC sul proprio sito racconta la serata di ieri in cui Sara Gama, capitana della Nazionale femminile, ha detto addio alla maglia azzurra dopo 18 anni e 140 presenze che ne hanno fatta la quarta calciatrice più presente di sempre e il simbolo per la nuova generazione di calciatrici oltre che per tante bambine e ragazze che in questi ultimi anni si sono avvicinate a questo sport. Di seguito alcuni stralci (in calce invece l'articolo completo):

"L’appuntamento è alle 18.10, su Rai 2: dal ‘Viola Park’ di Bagno a Ripoli va in onda la gara tra Italia e Irlanda, che è sì una amichevole per preparare le qualificazioni a Euro 2025, ma che per tutti è soprattutto il giorno per rendere omaggio a una leggenda azzurra, Sara Gama, che lunedì pomeriggio, da Coverciano, aveva annunciato il suo addio alla Nazionale, cambiando completamente lo scenario di questa partita. Chi non ha avuto modo di raggiungere Firenze ha la fortuna di poter seguire un’occasione speciale per lo sport italiano grazie al servizio pubblico: la Rai non ha mai lasciato sole le Azzurre, che ha contribuito a far conoscere a tutti gli Italiani negli ultimi anni.
(...)
Morace, da tempo preziosa opinionista Rai, lo fa capire nei minuti iniziali che il tema del giorno va oltre la gara, e da leggenda a leggenda rende onore a Sara: “Oggi la scusa è la gara con l’Irlanda, ma l’argomento principale è l’addio di Sara. Un addio tranquillo, molto serenamente ha deciso di lasciare la Nazionale, continuerà ancora con la Juve almeno fino a fine stagione, ma sicuramente continuerà il suo impegno per la crescita del movimento”. Meini aggiunge da bordocampo qualche particolare: “L’abbraccio più lungo è stato con la compagna di squadra e amica Cristiana Girelli, poi c’è stato anche l’abbraccio con Elisabetta Oliviero, una esordiente, alla quale ha sussurrato qualcosa all’orecchio, forse un in bocca al lupo, una sorta di passaggio di consegne”. Dopo 5’ ancora Meini rivela che Sara “sul braccio sinistro ha due fasce di capitano, quella ufficiale e quella regalatale dalle sue compagne prima della partita” e nel post partita ne rivelerà anche il messaggio: “Un viaggio straordinario”.


(…)
Dopo l’intervallo, la Capitana rientra in campo con le compagne ancora per qualche minuto: al 48’ 56” esce dal campo, lasciando il posto a Elisa Bartoli. Lo fa attraversando il “pasillo de honor”, il corridoio d’onore che le riservano per accompagnare la sua ultima uscita di scena dal palcoscenico della Nazionale; sfila accanto alle amiche di una vita, Cristiana, Barbara e Cecilia (Girelli, Bonansea, Salvai), quelle passate con lei da Brescia a Torino, sponda Juventus; alle compagne in Azzurro da sempre, cresciute al suo fianco dalle Giovanili, come Elisa Bartoli, che c’era anche il 19 luglio in Francia, a Tours, terra di spumanti, che quel giorno furono versati per la prima, e ancora unica, vittoria internazionale di un’Italia femminile, l’Europeo Under 19.
(…)
Saluti da Bagno a Ripoli, sigla di chiusura con il tema musicale delle Squadre Azzurre. Ma chi è sul campo ha modo di vedere gli ultimi abbracci, Sara che viene lanciata in aria dal gruppo delle compagne, che poi indossano tutte una parrucca che vuole ricordare i riccioloni neri della Capitana che lascia. La foto fa il giro del web e dei social, poi dei giornali.
(...)
Oggi si gira pagina. Martedì nell'amichevole con l'Inghilterra in programma ad Algeciras, cittadina spagnola che affaccia sullo stretto di Gibilterra, Gama non ci sarà: lascerà il ritiro nella giornata di oggi per rientrare a Torino. Il suo percorso da leader dell'Italia, unico e irripetibile, finisce qui. Compagne di squadra, staff e tutti i presenti, a partire dal capo delegazione Stefano Braghin e dal dirigente accompagnatore Chiara Marchitelli, la festeggiano anche nel suo ultimo pranzo a Coverciano da calciatrice della Nazionale".