Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / juventus / Serie A
Juventus-Sassuolo 3-0, le pagelle: Di Maria subito a segno, doppio DV9, si salva PinamontiTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 16 agosto 2022, 06:08Serie A
di Andrea Piras

Juventus-Sassuolo 3-0, le pagelle: Di Maria subito a segno, doppio DV9, si salva Pinamonti

Risultato finale: Juventus-Sassuolo 3-0

JUVENTUS
Perin 7 - Tiene la posizione sulla conclusione ravvicinata di Defrel nel primo tempo. Attento anche sulla conclusione dell’attaccante del Sassuolo dalla lunga distanza e anche su quella di Ayhan. Reattivo nella ripresa su Pinamonti.

Danilo 6 - Balla spesso fra il ruolo di esterno basso destro a quello di interno di difesa affiancandosi a Bonucci e Bremer. Molto aggressivo sui portatori di palla del Sassuolo si sovrappone anche a Cuadrado per andare al cross.

Bonucci 6,5 - Imposta la manovra dalle retrovie come sempre cercando la sventagliata per le punte. Stringe la marcatura sugli attaccanti del Sassuolo chiudendo i varchi.

Bremer 6,5 - Debutto in campionato nella Torino bianconera per il difensore brasiliano che dimostra sempre tempismo nelle chiusure sulle punte del Sassuolo senza mai lasciare spazio a Berardi e Defrel.

Alex Sandro 6,5 - Si fa vedere subito con due discese che portano ad un episodio dubbio in area neroverde e un cross al bacio per Vlahovic. Suo l’assist per il gol di Di Maria. Dal 60’ De Sciglio 6 - Buono spezzone per il terzino bianconero che rischia poco.

Cuadrado 6 - Lo troviamo sia a destra che a sinistra. Spinge con costanza cercando anche delle sponde interessanti per i compagni di squadra. Dal 60’ Kostic 6 - Entra in campo fra gli applausi, si posiziona sulla sinistra. Prova incoraggiante dell’ex Eintracht.

Locatelli 6,5 - Imposta la manovra bianconera a centrocampo facendo vedere delle ottime aperture per gli esterni. Qualche problema invece nel contenere gli avversari quando accelerano. Dal 75’ Rovella s.v.

Zakaria 6 - In difficoltà sui portatori di palla del Sassuolo, perde qualche pallone sanguinoso di troppo favorendo la ripartenza dei giocatori di Alessio Dionisi. Più deciso col passare dei minuti.

Mc Kennie 6 - E’ il primo a pressare i giocatori del Sassuolo quando provano ad impostare la manovra. Non è molto incisivo sulla corsia di sinistra ma comunque efficace specie nella ripresa. Dal 75’ Soulé s.v.

Di Maria 7,5 - E’ l’uomo più atteso in casa Juventus. Molto libero di agire su tutto il fronte d’attacco indietreggiando anche nel cerchio centrale del campo strappando gli applausi dello Stadium. Si presenta nel nuovo campionato con un gol al volo di sinistro che fa esplodere di gioia il pubblico bianconero e un assist per il tris di Vlahovic. Dal 65’ Miretti 6 - Si fa vedere in area di rigore, prova a concludere verso Consigli senza però trovare il varco giusto.

Vlahovic 7,5 - Terminale offensivo bianconero viene sempre cercato dai compagni di squadra. Prova la conclusione verso la porta di Consigli ma il pallone esce di una manciata di millimetri. Si procura e realizza il rigore del 2-0 e ringrazia Di Maria per l’assist segnando il 3-0.

Massimiliano Allegri 6,5 - Buona la prima per la sua Juventus. Malgrado un momento in cui ha sofferto il dinamismo del Sassuolo, trova il gol con le sue due bocche da fuoco con cui va al riposo avanti 2-0. Nella ripresa ancora il serbo arrotonda il punteggio.

SASSUOLO (a cura di Patrick Iannarelli)
Consigli 6 - Beffato da un pallonetto velenoso, può far poco pure su calcio di rigore. È uno dei pochi che prova a non mollare la presa, ma il terzo gol taglia completamente le gambe ai suoi.
Muldur s.v. (Dal 7’ Toljan 5 - Inizia col piede giusto buttandosi sul binario esterno con convinzione e costanza. Poi Cuadrado e Alex Sandro iniziano a cooperare e per l’esterno tedesco iniziano i guai. Con Kostic in campo la situazione non migliora per niente).

Ayhan 5,5 - Morde sulle caviglie di Di Maria, malmena anche Vlahovic: la grinta però arriva fino a un certo punto, quando i due attaccanti bianconeri iniziano a svariare fa di tutto per reggere l’urto. Nella ripresa cancella una buona prestazione con un errore grossolano: la distruzione dal basso colpisce ancora.

Ferrari 5 - Due disattenzioni fatali. Prima non scala e si abbassa troppo, portando Rogerio a sganciarsi da Di Maria, libero di calciare in porta. Poi si allaccia con Vlahovic e concede un rigore parecchio ingenuo.

Rogerio 5 - Di Maria gli fa venire gli incubi, El Fideo lo beffa quasi sempre. In velocità viene sverniciato, quando è fermo sul posto il risultato non cambia.

Frattesi 5 - Uno, due, tre appoggi sbagliati: gli manca l’ultimo passaggio, ma pure il penultimo: si sbatte, per carità, ma gli errori sono troppi. La reazione arriva troppo tardi. Dall’81’ Ceide s.v.

Henrique 5,5 - Dionisi prova a dargli l’input giusto, ma anche verticalizzando fatica parecchio: tenta una mezza conclusione improvvisa nella ripresa, ma Perin controlla senza nessun problema.

Berardi 6 - La rasoiata a pescare Defrel va messa nel manuale dei passaggi perfetti. Il problema è uno solo, predica nel deserto: quando i suoi non lo seguono si incaponisce nei tiri, ma alla fine è l’unico che prova a combinare qualcosa.

Thorsvedt 5,5 - La qualità non manca e si vede in alcuni passaggi, ma la timidezza è ancora troppa: nel secondo tempo scrolla via dalle spalle la poca sicurezza, ma non basta per ribaltare l’inerzia del match. Dall’81’ Harroui s.v.

Kyriakopoulos 6 - Aiuta in entrambe le fasi, si sbatte e cerca anche di aprire spazi rientrando sul campo e creando superiorità. Un buon lavoro come Berardi, suo dirimpettaio, ma entrambi non vengono seguiti dai compagni. (Dal 59’ Pinamonti 6 - Col senno di poi meglio schierarlo dal primo minuto. Dà presenza fisica contro un Bremer già ambientatosi tra le fila bianconere, sfiora anche il gol).

Defrel 5,5 - Si sbatte e si mette a disposizione, si muove e prova ad eludere la marcatura di Bremer e Bonucci. Ha due occasioni chiare, nitide, ma non le sfrutta. Entrambe pesano parecchio visto il punteggio finale, poi si eclissa e i due centrali lo annientano. (Dal 46’ Raspadori 5 - L'ex Torino lo divora: si abbassa, tenta il movimento ad elastico, ma non si vede praticamente mai. Cambia pochissimo anche quando Dionisi lo dirotta sulla corsia mancina).

Alessio Dionisi 5 - La scelta del centravanti di movimento nell'undici titolare è già un segnale parecchio evidente, Bremer e Bonucci disinnescano prima Defrel e poi Raspadori. Fino al primo gol bianconero i suoi hanno espresso un buon calcio, ma non basta per imporsi contro una Juventus esperta e di qualità.