Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports
tmw / lazio / Editoriale
Troppo Napoli e poca Lazio, al Maradona finisce in goleadaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 29 novembre 2021, 07:30Editoriale
di Antoniomaria Pietoso
per Lalaziosiamonoi.it

Troppo Napoli e poca Lazio, al Maradona finisce in goleada

Azzurri che giganteggiano davanti al proprio pubblico. Doppietta del belga e reti di Zielinski e Fabian Ruiz che stendono i biancocelesti...

Il miglior Napoli della stagione stende al Maradona per 4-0 una Lazio mai veramente in partita. Un match deciso dopo mezz’ora dalla rete di Zielinski e dalla doppietta di Mertens, ancora una volta protagonista contro le aquile. Nel finale chiude la partita anche la gemma di Fabian Ruiz dalla distanza. Biancocelesti impalpabili e in balia degli avversari e che hanno avuto solo un paio di occasioni per riaprire il match sul 2 -0 trovando Ospina e la traversa sulla propria strada. Oltre al danno anche la beffa perché Pedro è uscito dal campo dopo un contrasto con Mario Rui. La squadra di Sarri perde contatto dalle prime cinque e adesso non sono più ammessi passi falsi fino a Natale.    

FORMAZIONI - Sarri sorprende ma non troppo scegliendo quasi la Lazio tipo con una sola novità: Patric viene preferito a Lazzari. In attacco confermato il tridente con Pedro e Felipe Anderson ai lati di Immobile. Nei padroni di casa, Spalletti ritrova Fabian Ruiz e Insigne ma deve fare i conti con le assenze di Anguissa e Osimhen. In attacco Mertens viene preferito a Petagna.

PRIMO TEMPO - Serata speciale al Maradona che, a un anno dalla morte dello storico numero dieci argentino, ha deciso di omaggiarlo con l’inaugurazione di una statua in suo onore. nizio shock della Lazio che in dieci minuti si trova subito sotto di due gol. Bella azione campana al 7’ interrotta da Cataldi che sbaglia lo stop e lancia Mertens chiuso da Acerbi al momento del tiro, pallone che finisce a Zielinski che buca Reina. Biancocelesti che accusano il colpo e tre minuti dopo subiscono il bis con Mertens che con un numero si libera di Patric e Acerbi e trova ancora l’angolo giusto. La squadra di Sarri fatica a reagire e Insigne e compagni provano ad affondare. Dopo venti minuti finalmente i capitolini si scrollano di dosso la pressione e Immobile prova a svegliarsi i suoi con un’azione personale che porta alla conclusione Ciro che trova il piede di Ospina che mette in corner. Il Napoli, però, continua a dare l’impressione di poter far male ogni volta che affonda, ma Hysaj e Reina chiudono su Lozano. Al 25’ azione sublime della squadra di Sarri con Luis Alberto che calcia al volo su cross di Milinkovic, ma Ospina si supera e mette in corner. Sul tiro dalla bandierina la traversa ferma il colpo di testa a botta sicura di Acerbi. Nel momento migliore della Lazio, però, arriva il tris del Napoli con una vera prodezza di Mertens che non lascia scampo a Reina con un tiro a girare dal limite. Impressionanti i numeri del belga contro la Lazio che ha punito con 7 gol e 6 assist in 14 confronti diretti. Fino all’intervallo la squadra di Spalletti gestisce il pallone e il match.

SECONDO TEMPO - Sarri cambia subito qualcosa con Lazzari al posto di Patric. Il Napoli continua ad avere il controllo e la gestione del match con i biancocelesti che non sembrano dare l’idea di poter impensierire gli avversari. Il mister dei capitolini richiama anche Milinkovic Savic e lancia Basic. Nei padroni di casa ovazione per Mertens che lascia il campo a Petagna, mentre Elmas rileva Lozano. Un paio di progressioni di Lazzari non cambiano il copione della gara con Spalletti che continua con le rotazioni. Nella Lazio non c’è fine al peggio con Pedro che è costretto al cambio dopo uno scontro con Mario Rui. Dentro Raul Moro, mentre Lucas Leiva fa rifiatare un appannato Cataldi. I campani dilagano e Fabian Ruiz trova anche il poker con un tiro perfetto dalla distanza.

Pubblicato il 28/11 alle ore 22:45

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2022 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000