Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / lazio / News
Caso Juve, nel mirino della Consob uno scambio con il Manchester City. E Can...TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport
martedì 6 dicembre 2022, 17:00News
di Lalaziosiamonoi Redazione
per Lalaziosiamonoi.it
fonte Niccolò Di Leo - Lalaziosiamonoi.it

Caso Juve, nel mirino della Consob uno scambio con il Manchester City. E Can...

Il lavoro della Consob sulle plusvalenze della Juventus, rivela Il Corriere della Sera, è partito dalle valutazioni ritenute eccessive di un calciatore in particolare Emre Can: "A Emre Can era stato attribuito un valore di 60 milioni di euro nell'ambito di un'operazione incrociata poi non realizzatasi, significativamente superiore al valore, 26 milioni, a cui pochi mesi dopo è stato ceduto in un'operazione singola, con corrispettivo unicamente monetario". Non è però l'unica operazione nel mirino della Consob, la quale si è concentrata anche sullo scambio organizzato dalla Juventus con il Machester City. In questo accordo tra i due club si sono spostati Pablo Taboada Moreno (ai Citiziens) e Felix Correia (in bianconero) , realizzando una plusvalenza di 9,5 milioni di euro, un "corrispettivo contrattuale superiore del 900% al valore pagato due anni prima dalla Juve", ovvero 1 milione di euro.

LE ALTRE OPERAZIONI - Tramite anche dei mesaggi scambiati tra Paratici e Agnelli, emersi solo a indagini iniziate, secondo quanto riporta Sportmediaset, si scoprono altre trattative (alcune andate in porto, altre non) che la Juve ha portato avanti. La prima e più clamorosa, seppur non realizzata, è quella per Erling Haaland, in quel momento al Salisburgo. Ma ci sono altre come Donnarumma in scadenza dal Milan (poi ha firmato per il PSG), o quelle per Malen dal PSV, Okafor del Basilea, Zaniolo dalla Roma, Tonali dal Brescia, Kumbulla e dall'Hellas Verona. L'unica riuscita con l'Atalanta è quella di Kulusevski, soggetto di alcune indagini e citata in delle intercettazioni di Cherubini. 

Non solo in entrata, perché la Juventus ha portato avanti delle trattative, spesso vicine alla chiusura, anche in uscita. Demiral, per esempio, si scopre che fu a un passo dal Milan, così come McKennie protagonista di uno scambio con van de Beek del Manchester United, rifiutato dall'americano. Entrambi i giocatori furono valutati 50 milioni di euro, per una situazione che richiama quella dello scambio con il Barcellona tra Pjanic e Arthur. Ma non solo. Un altro scambio mai riuscito è stato quello con il Psg tra Can e Paredes (oggi a Torino), per una valutazione del tedesco di ben 60 milioni di euro. Sbalordiscono anche i 20 milioni accordati per De Sciglio, il quale sarebbe dovuto andare al Tottenham, per portare Rose in bianconero. Non è andata in porto neanche la cessione di Bernardeschi al Chelsea.