Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
tmw / lazio / Serie A
VAR a fasi alterne: perché non rivedere tutti i dubbi al video per evitare ogni polemica?TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
sabato 22 febbraio 2020 23:55Serie A
di Pietro Lazzerini
fonte Dal nostro inviato al Franchi

VAR a fasi alterne: perché non rivedere tutti i dubbi al video per evitare ogni polemica?

La gara del Franchi conferma i dubbi che in tutta la stagione si discutono quando si parla di VAR e di atteggiamento da parte del direttore di gara. Tanti gli episodi che faranno discutere domani mattina, ma la questione che va capita e probabilmente modificata, è quella relativa alla consultazione del video che non viene effettuata in automatico ma solo a discrezione. Calvarese ha rivisto al VAR un'azione nel primo tempo che ha portato all'annullamento del gol di Ibrahimovic, scelta corretta visto il tocco di mano. Poi è tornato al VAR per espellere Dalbert che nella ripresa ha atterrato lo stesso svedese e ha corretto la propria decisione che inizialmente lo aveva visto solo estrarre il giallo. Per questo, proprio perché l'arbitro aveva dimostrato di essere pronto a rivedere le proprie scelte tramite il monitor, non si capisce perché non sia andato a rivedere anche l'azione del presunto fallo di Romagnoli su Cutrone. Bastava 20 secondi per prendere una decisione validata o annullata tramite la semplice visione del video. E questa discontinuità delle scelte di Calvarese è quella che fa discutere più di ogni altra cosa. Perché se uno può sbagliare una scelta, non può decidere di rivedere solo alcune azioni, tralasciando il VAR in altre. Nicchi e l'AIA dovranno trovare una soluzione interna prima che la protesta monti di domenica in domenica, perché con l'obbligo di rivedere le situazioni che possono cambiare la partita, ogni polemica verrebbe spenta senza patemi. Serve una presa di decisione senza complicanze e arbitrarietà. Ogni rigore, convalidato al VAR. Ogni espulsione anche. Insomma: ogni azione che può determinare, deve essere rivista, altrimenti il VAR continuerebbe risultare utile solo a metà.
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000