Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / lazio / Serie A
Milinkovic dolorante cerca il riscatto con la sua Serbia: il Sergente oggi all’esame CamerunTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 28 novembre 2022, 08:00Serie A
di Riccardo Caponetti
fonte Dall’inviato a Roma

Milinkovic dolorante cerca il riscatto con la sua Serbia: il Sergente oggi all’esame Camerun

Un duro intervento durante Brasile-Serbia di giovedì lo ha fatto uscire dal campo a fine partita malconcio, molto dolorante. Come inizio di Mondiale, di certo avrebbe desiderato un debutto migliore Milinkovic, che oggi come tutta la Serbia (compreso Pavlovic, un rimpianto della Lazio) dovrà riscattarsi dopo la sconfitta con la Selecao: in programma alle 11 la sfida con il Camerun, anch’essa a zero punti dopo lo 0-1 con la Svizzera.

“Per quanto riguarda Sergej e il suo infortunio, non sta a noi pensarci, credo che tutti faranno di tutto per assicurarsi che stia bene. Sappiamo tutti quanto Sergej significhi per la nazionale. Speriamo che tutto vada per il meglio”, ha detto Marko Grujic, centrocampista della Serbia dal ritiro della Nazionale. Hanno fatto e faranno di tutto per allietare il dolore di Milinkovic, troppo importante per la squadra del ct Stojkovic.

Su di lui, oggi, gli occhi di tanti tifosi della Lazio ma di molti dirigenti di altre squadre. Su tutti quella della Juventus, che con l’agente Kezman hanno già trovato un principio d’accordo. Manca quello con Lotito, un osso durissimo. La forbice tra domanda (100 milioni) e offerta (40-50) è ancora ampia, può ridursi o rimanere tale in base alle sue prestazioni al Mondiale. Difficilmente può invece aumentare: considerando la scadenza di Milinkovic nel 2024 e la fase di stallo nella trattativa per il rinnovo, Lotito non ha potere di tirare ancora di più su il prezzo, come fece in passato. Oggi intanto parlerà il campo, c’è un riscatto da guadagnare e un Mondiale da rimettere in piedi.