HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » lecce » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Politano verso il Napoli, è l'acquisto giusto?
  Sì, dà un'alternativa all'irriconoscibile Callejon dell'ultimo periodo
  No, al Napoli sarebbe servito un giocatore diverso
  No, il campionato azzurro è compromesso, a prescindere dagli arrivi

Il Corini-bis parte bene. Balo e il Brescia tornano a vincere: 1-0 a Ferrara

08.12.2019 16:57 di Ivan Cardia    articolo letto 9508 volte
Il Corini-bis parte bene. Balo e il Brescia tornano a vincere: 1-0 a Ferrara
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Brescia batte SPAL a Ferrara: 1-0, decide Balotelli.

Buona la prima per il Corini-bis a Brescia: le Rondinelle espugnano il Mazza di Ferrara, battendo 1-0 la SPAL e confermando che i punti per la salvezza preferiscono farli in trasferta. Punti che sono tre, ma forse valgono per sei visto il peso specifico di un successo che consente a Mario Balotelli e compagni di superare proprio gli estensi, ora ultimi in classifica. Decide proprio un gol dell'attaccante bresciano, freddo nel ribadire in porta un pallone schizzato dopo l'anticipo di Berisha ai danni di Ndoj. Pochi minuti dopo, l'occasione per la SPAL di rientrare in partita: Paloschi, appena subentrato, conqusita un calcio di rigore che però Jesse Joronen, altro uomo copertina di giornata per gli ospiti, para neutralizzando Andrea Petagna dal dischetto. Ancora il finlandese protagonista nel finale: prima spaventa tutti rimanendo a terra dopo una botta aerea con Cistana, poi vola per negare la gioia a Kurtic, autore di un bolide dalla grande distanza. Il Brescia torna a vincere, Balotelli torna a segnare: cinquantesimo gol in Serie A per lui, che si mette alle spalle il periodo nero passato agli ordini di Grosso. È ancora presto per sorridere, ma dopo sei sconfitte consecutive (e la vittoria che mancava dalla quarta giornata) è già qualcosa. Per la SPAL, invece, è buio pesto.

GLI UNDICI: SEMPLICI CAMBIA, C'È BALO -
Semplici, complici le assenze sulle fasce, reinventa la squadra estense passando a quello che si rivelerà un 4-3-2-1 con Valoti e Jankovic a supporto di Petagna. Cionek a destra, Igor a sinistra in difesa, out Valdifiori per un centrocampo Missiroli-Murgia-Kurtic. Corini torna sulla panchina delle Rondinelle e lancia subito SuperMario. Balo gioca in tandem con Torregrossa: resta fuori Donnarumma, miglior realizzatore dei lombardi in questa stagione. Mateju preferito come terzino sinistro a Martella.

SUBITO BALO, POI OCCASIONE IGOR -
Il primo squillo del pomeriggio del Mazza è proprio di Balotelli, che dopo 4 minuti impegna Berisha, reattivo. Poco dopo Valoti affonda a sinistra e scarica per Igor: tiro rivedibile, palla che s'impenna ben oltre la porta difesa da Joronen. Ritmi alti e arrivano i primi gialli: al 19' Cistana, 120 secondi dopo tocca a Vicari.

KURTIC SEGNA, ANZI NO -
Al 33' gol annullato a Kurtic: lo sloveno batte Joronen dopo un batti e ribatti in area, ma la sua posizione sulla sponda aerea del compagno è irregolare (anche se in maniera meno evidente rispetto a quanto non sembrasse in presa diretta). Dopo pochi secondi di incertezza, Orsato non convalida e il clean sheet resiste all'assalto del centrocampista di Semplici.

RETI BIANCHE ALL'INTERVALLO -
Petagna ci prova al 34' con una girata di testa, bella ma imprecisa. E il primo tempo scivola via, come sarebbe stato lecito aspettarsi: 0-0, tanto agonismo, pochi tiri in porta. Il peso specifico di una partita da sei punti in ottica salvezza si fa sentire, sulle gambe e nella testa dei ventidue in campo.

RIPRESA NEL SEGNO DEL BRESCIA -
Gli ospiti tornano in campo dagli spogliatoi con ben altro piglio. Pronti via, la squadra di Corini fa capire le proprie intenzioni: al 49' Igor perde una palla velenosa. Bisoli crossa e Berisha anticipa Balotelli. La sfera finisce a Ndoj, che da due passi spara altissimo. È soltanto il prologo.

BALOTELLI SBLOCCA LA GARA: GOL NUMERO 50 IN A -
Al 54' arriva la rete più attesa: affondo di Bisoli a destra, cross teso per Ndoj, anticipato da Berisha. La palla schizza dalle parti di Balotelli, che freddo controlla e spara a porta ormai sguarnita. È la rete del vantaggio, la prima del Brescia nel Corini-bis, la cinquantesima di SuperMario in Serie A.

REAZIONE SPAL, BRESCIA IN APNEA E SI GIOCA A SCACCHI -
Incassato il gol, Semplici corre ai ripari: fuori Valoti per Floccari, poi anche Jankovic per Paloschi. La reazione degli estensi, che si appoggiano parecchio su Petagna, non manca, e la squadra di Corini va in apnea. Proprio il numero 95, poco prima di uscire dal campo, ha una ghiotta occasione su cross del buon Kurtic. La mira però è rivedibile. Corini prova a rispondere mossa su mossa: fuori Ndoj per infoltire la difesa con Magnani e passare a un sostanziale 5-3-2, poi fuori anche un Balotelli ormai scarico per Florian Ayé.

PALOSCHI CONQUISTA, PETAGNA SI FA IPNOTIZZARE -
Proprio il numero 43 prova a cambiare subito la storia di questa domenica: lancio dalla difesa, gran controllo di tacco dell'ex Milan, che entra in area e viene atterrato da Magnani, anche lui fresco. Zero dubbi per Orsato, dal dischetto si presenta l'altro ex rossonero, Petagna. Battuta nemmeno malvagia, magari non potentissima ma angolata: Joronen però vola e respinge. Rigore parato, rigore sbagliato? Sta di fatto che il risultato non cambia, nonostante il tiro dagli undici metri del 37 di Semplici.

PAURA PER JORONEN, MA CONTINUA -
Attimi di paura nei minuti finali proprio per l'estremo difensore ospite. Joronen rimane infatti a terra dopo un duro contatto aereo col suo compagno Cistana. Momenti di tensione: sembrava avesse perso i sensi, tempestivo l'intervento dello staff medico con il finlandese che si rialza e prosegue la partita fino alla fine, anche perché Corini aveva già usato tutti i cambi a sua disposizione.

JORONEN DICE NO ALLA STOCCATA DI KURTIC -
Il solito Kurtic, nettamente l'uomo più pericoloso dei suoi a parte il rigore, prova la fiammata in extremis con una gran botta da fuori. Altro volo di Joronen, evidentemente ripresosi al meglio dopo il timore. Gran prestazione del portiere del Brescia, che manda in angolo e poi esce anche bene coi pugni sugli sviluppi dell'angolo conseguente alla bordata dello sloveno.

CISTANA ALLA JORONEN -
L'ultima fiammata della domenica del Mazza è di Moncini, che da due passi colpisce a botta (quasi) sicura ma trova l'opposizione di Cistana. Il Brescia riparte, ma Donnarumma non è lucido e, con Berisha lontanissimo dalla propria porta, le Rondinelle non trovano il 2-0 del KO. Va bene così, perché la vittoria arriva comunque.

Il tabellino
SPAL-BRESCIA 0-1
(54' Balotelli)

Ammoniti: 21' Vicari, 42' Kurtic, 45' Cionek nella SPAL. 18' Cistana, 72' Magnani, 90'+5 Joronen nel Brescia.

SPAL (4-3-2-1): Berisha; Cionek, Vicari, Tomovic, Igor; Missiroli, Murgia (86' Moncini), Kurtic; Jankovic (71' Paloschi), Valoti (58' Floccari); Petagna. Allenatore: Leonardo Semplici.
BRESCIA (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Chancellor, Castana, Mateju; Bisoli, Tonali, Ndoj (66' Magnani); Romulo; Balotelli (72' Ayé), Torregrossa. Allenatore: Eugenio Corini.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Lecce

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510