Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
tmw / livorno / Editoriale
All'improvviso la luce della speranza
domenica 24 gennaio 2021 20:33Editoriale
di Paolo Verner
per Amaranta.it

All'improvviso la luce della speranza

Livorno - Era ancora fresca la soddisfazione per la vittoria in campionato contro l’Albinoleffe, ritrovata dopo quasi due mesi, che in avvio di nottata la redazione di Amaranta ha pubblicato lo scoop inerente l’interessamento della holding Seasifworld che nella figura del suo ceo (chief executive officer, ndr), l’italianissimo Franco Favilla, 57 anni milanese, prima della partita, ieri, ha incontrato il sindaco Luca Salvetti, esternando l’interesse del suo gruppo per il Livorno calcio. Il ceo è l'amministratore delegato. Favilla, di tale holding, è anche il fondatore e presidente.

Dando merito al presidente Giorgio Heller, che, all'evidenza dei fatti, sta dimostrando di saper onorare gli impegni assunti in sede di consiglio di amministrazione, ovvero trovare sponsor e probabili investitori, è indubbio che il profilo aziendale della holding appaia di tutto rispetto e molto variegato.

Il gruppo investe in beni rifugio, metalli e pietre preziose, molto appetibili in tempi di incertezza finanziaria. Ha sede a Cipro, beneficiando di numerosi vantaggi a livello fiscale: Cipro è infatti uno dei paradisi fiscali europei con l'aliquota più bassa, che è del 12,4 per cento per le società residenti. Opera sul mercato immobiliare di Dubai dove, nella prima metà del 2020, sono state registrate transazioni per un valore di 16 miliardi 300 milioni di euro, ed a Parigi, nella ristrutturazione degli immobili di pregio. Investe, inoltre, nel settore assicurativo, petrolifero, chimico, logistico portuale ed, ultimo arrivato, anche nel settore delle energie alternative.

Notevole lo sforzo imprenditoriale che riguarda il porto alti fondali di Manfredonia, in Puglia, costruito negli anni Settanta in relazione alle attività industriali e commerciali legate al petrolchimico Anic Enichem, All'epoca della sua costruzione fu considerato una delle migliori infrastrutture europee del suo genere, rappresentando anche uno dei maggiori porti tra Brindisi ed Ancona, attualmente interessato da un'importante opera di ristrutturazione. Per Seasif si tratta di un investimento di un valore fino ai 400 milioni di euro per almeno 200 assunzioni dirette, destinato a utilizzare le banchine del porto con un’ampia zona retroportuale da dove gestire il traffico di bentonite, una particolare polvere di roccia di origine vulcanica, utilizzata nel settore farmaceutico ed in agricoltura. A tale proposito sono già in corso le selezioni per figure professionali operanti nel settore gestionale di aree portuali ed industriale navale di carico e scarico merci, liquide e solide: personale specializzato per espletamento mansioni varie presso Il porto di Manfredonia.

Un profilo di tutto rispetto, che non ci fa escludere anche contatti e trattative per le aree portuali genovesi ad uso del gruppo Spinelli e che, naturalmente, visti i settori di attività, mettono strategicamente al centro le banchine del porto di Livorno e la raffineria di Stagno.

Ovviamente non esistono, o non esistono più, mecenati benefattori e il discorso relativo alla squadra amaranto del Livorno è senza dubbio legato ad eventuali contropartite che l’amministrazione comunale e la politica, tutta, saranno chiamate a valutare. Senza sposare la causa di nessuno, ma da neutrali osservatori, possiamo affermare che l’occasione è ghiotta e, paradossalmente, potrebbe portare, nel giro di venti chilometri, alla nascita di due realtà calcistiche importanti e con notevoli ambizioni, data la recente cessione del Pisa al magnate russo Alexander Knaster.

Ci auguriamo che miopie od interessi particolari non prevalgano e che sui social non si inneschino tam tam negativi o controproducenti. Ci auguriamo che si lascino da parte le illazioni e che, anche involontariamente, non si creino inutili ostruzionismi. Forse siamo arrivati al momento delle decisioni importanti. Serve fare il bene del Livorno.

La speranza dei tifosi è quelle che, dopo tanto patire, unitamente al rafforzamento della squadra, si arrivi a dare certezza, solidità, liquidità, organizzazione e programmazione alla gloriosa Unione, come i tifosi chiamano ancora il Livorno.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000