Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCesenaFrosinoneLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / milan / Primo Piano
Gazzetta - Inzaghi copia Ancelotti: Pippo ripropone l’albero di Natale che ha fatto grande il Milan di Carletto
martedì 16 dicembre 2014, 08:00Primo Piano
di Enrico Ferrazzi
per Milannews.it

Gazzetta - Inzaghi copia Ancelotti: Pippo ripropone l’albero di Natale che ha fatto grande il Milan di...

Da quando ha smesso di giocare e si è seduto in panchina, Filippo Inzaghi ha ripetuto spesso che l’allenatore al quale si ispira maggiormente è Carlo Ancelotti, con il quale al Milan ha vinto tutto quello che si potava vincere. I due hanno sempre avuto un grande rapporto e anche ora che Pippo è diventato tecnico si sentono spesso, come è accaduto questa estate per esempio prima di prendere Jeremy Menez. Nel post-partita di Milan-Napoli, SuperPippo ha rivelato che nel primo tempo, per mettere in difficoltà i mediani del Napoli, ha voluto schierare l’albero di Natale, schema che ha fatto grande la squadra rossonera di Ancelotti.

COME CARLETTO - Come racconta questa mattina La Gazzetta dello Sport, l’attuale tecnico del Real Madrid ha scritto anche un libro sul 4-3-2-1, intitolato proprio “Il mio albero di Natale”, nel quale ha raccontato tutto sul modulo che ha permesso al Milan dal 2002 al 2007 di vincere in Italia, in Europa e nel Mondo. Tutto iniziò nella stagione 2002-2003, quando Ancelotti, al fine di sfruttare il grande tasso qualitativo che aveva in rosa e per via delle tante mezze punte a disposizione, decise di schierare questo nuovo schema tattico, con il quale portò a casa diversi successi e trofei importanti negli anni successivi.

ANCHE A ROMA? - Naturalmente, tra l’albero di Natale di Ancelotti e quello di Inzaghi ci sono grandi differenze, in primis il terminale offensivo: mentre in quello di Carletto la prima punta era un vero centravanti come Shevchenko o lo stesso SuperPippo, l’attuale tecnico milanista utilizza un giocatore con caratteristiche diverse, cioè Menez. Il motivo di questa scelta è quello di dare maggiore imprevedibilità alla manovra rossonera e sfruttare al massimo la capacità di inserimento dei centrocampisti. Il 4-3-2-1 è stato usato da Inzaghi per la prima volta domenica contro il Napoli e vista la buona prestazione della squadra SuperPippo potrebbe anche decidere di confermarlo sabato all’Olimpico nel difficilissimo match contro la Roma. 

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2022 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000