HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » milan » L\'editoriale
Cerca
Sondaggio TMW
Eriksen è il giocatore che serve all'Inter per lottare per lo Scudetto?
  Sì, ha l'esperienza ad alto livello che manca a Conte
  No, la Juve rimane troppo distante dalla squadra di Conte
  No, servirebbe un giocatore come Vidal per aiutare Conte

La Champions e gli sfottò. Pioli e la massa grassa. Milan TV/Channel e Claudio

14.12.2019 00:00 di Mauro Suma    per milannews.it   articolo letto 777 volte
La Champions e gli sfottò. Pioli e la massa grassa. Milan TV/Channel e Claudio

L'Inter del marzo 2004 aveva 25 punti in meno del Milan, 61 contro 36, eppure poche settimane prima per il Milan sconfitto a Yokohama dal Boca Juniors ai rigori in finale di coppa Intercontinentale, c'erano stati i consueti e anche acri sfottò fra tifosi e i giornalisti interisti giravano per le televisioni, chi lo ha fatto se lo ricorderà bene, con la maglia del Boca indosso...Oggi scopriamo invece che se l'Inter viene eliminata dai ragazzi terribili del Barcellona, scopriamo che no ma non si può, i milanisti devono stare zitti perchè sono dietro in classifica. Da addetti ai lavori non si può non riconoscere il grande lavoro di Antonio Conte e la grande stagione nerazzurra in campionato, ma tra tifosi è un'altra cosa. Quando sono dietro io sfotto, quando sei dietro tu non puoi: ma che coda di paglia è? Ma che regola di ingaggio è? Se nel tifo si può poi parlare di regole...Il tifoso milanista sta vivendo una brutta stagione, ma se vuole sfottere l'avversario lo fa, come l'avversario ha sempre fatto. Predicar bene e razzolare male, fai quel che dico ma non fare quel che faccio...ci sono mille luoghi comuni per definire chi si è intirizzito per qualche battuta rossonera sull'Inter eliminata. Cose fra tifosi, l'Inter resta fortissima e il Milan una giovane squadra che è partita male e si spera possa crescere. Ma sono le classifiche in campionato a dare il pass per la battutina salace, resta a questo punto da capire perchè mai gli interisti dileggino gli juventini quando i bianconeri che stravincono da 8 anni escono dalla Champions. A meno che non ci sia sul serio una tifoseria in questo Paese che pensa davvero di poter fare tutto, mentre gli altri non possono fare nulla. Se così fosse non sarebbe doppiopesismo, ma una strana cosa dalla quale guarire il prima possibile. Se così fosse, perchè così non è ovviamente...no?

Stefano Pioli ha trovato, al suo arrivo al Milan, un rapporto massa grassa peso corporeo assolutamente disastroso. E' questo il combinato disposto che ha sofferto il nuovo allenatore rossonero nella media punti delle prime settimane: le gomme sgonfie della squadra e il peso di un calendario molto impegnativo. Gattuso, che aveva avuto lo stesso problema dopo Montella, aveva anche lui pagato pegno, pareggiando a Benevento e perdendo contro Verona e Atalanta, poi però la sosta natalizia aveva azzerato tutto e da inizio 2017, rifatta e metabolizzata la preparazione, la squadra ha ripreso a marciare. Pioli è arrivato prima ed è stato penalizzato dalle due soste nazionali in cui si perde il filo di tutto il lavoro, ma adesso si vedono i risultati della semina dopo le vittorie contro Bologna e Parma. Contro il Sassuolo sarà dura come con i crociati e con i rossoblù, ma almeno il Milan è in carne, in salute. Guardate Piatek: ricordate come veniva costantemente messo in minoranza da Becao a Udine su ogni contrasto e su ogni palla alta? A Bologna invece il polacco proteggeva in tutt'altra maniera la palla, puntava e correva con un'altra consistenza. L'arrivo di Pioli ha rifinito lo smalto e la condizione di Conti e Bonaventura e tutta la squadra è salita di tono. 

Settimana di grandi sentimenti in casa rossonera. La staffetta fratricida fra Carlo e Rino: proprio Carlo che è stato vicino a Rino nei momenti più delicati al Milan della scorsa stagione. Ma anche i lucciconi con i quali abbiamo appuntamento nell'intervallo di Milan-Sassuolo. Cose del calcio, e cose della vita. A proposito della vita, la puntata dell'Inferno del lunedì su Milan TV di lunedì 16 dicembre sarà assolutamente speciale. Sarà la puntata dei 20 anni: i 17 di Milan Channel più i 3 di Milan TV. Vent'anni di vita, di volti, di episodi, di emozioni, di gioie, di dolori, di risultati, di errori, ma sempre di grande amore e di grande passione. Vent'anni di Milan, sembra incredibile solo a pensarlo, figurarsi a dirlo o a scriverlo. Una vita: con le sue ammaccature e con le due delusioni, ma i migliori anni, le energie più importanti. Oggi Milan TV è un impeccabile canale istituzionale, in passato Milan Channel è stato un canale militante da trincea. Come nell'estate di Calciopoli, dove la prima linea e l'elmetto erano diventati la nostra seconda, anzi la prima, casa. Sarebbe stato comodo in quei momenti cercare altre soluzioni, ma noi non siamo fatti così. 16 dicembre 1999-16 dicembre 2019: Claudio, manchi solo tu. Ma sarà vero che manchi davvero? Te l'avevo promesso che ci saremmo arrivati e ti vedo lì, con il tuo inimitabile sorrisino e con gli occhietti della serenità. A lunedì, Claudio.


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Milan

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510