Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / Primo Piano
Ecco perché l'infortunio di Kalulu è un problema. Chi lo sostituirà? Le soluzioniTUTTO mercato WEB
© foto di DANIELE MASCOLO
martedì 28 marzo 2023, 14:00Primo Piano
di Gianluigi Torre
per Milannews.it

Ecco perché l'infortunio di Kalulu è un problema. Chi lo sostituirà? Le soluzioni

L'infortunio di Kalulu è un problema, inutile nasconderlo. Il difensore rossonero è rientrato prima in Italia dal ritiro con la Nazionale e ieri mattina si è sottoposto ad alcuni esami di controllo che, come appreso da Milannews.it, purtroppo hanno evidenziato una lesione del muscolo soleo del polpaccio destro. Un nuovo controllo strumentale verrà effettuato tra una settimana. Difficile fare valutazioni sul rientro in campo e dare tempi: il polpaccio, come visto con Maignan, è un muscolo diverso dagli altri. Ci vuole tempo per trattarlo e riprendersi al 100%.



Perché è un problema
Pierino è stato l'unico giocatore a non aver mai saltato una partita in stagione - 37 su 37 -  tra campionato, Supercoppa, Coppa Italia e Champions League. Cosa significa questo? Significa che il francesino è considerato da Pioli uno dei punti fermi della squadra, su cui si può sempre fare affidamento. Pierre è un giocatore duttile che può dare più soluzioni a gara in corso, sia da terzino bloccato che di spinta, ma anche da difensore centrale in una difesa a tre o a quattro. Per questo la sua assenza peserà molto. 

Chi lo sostituirà
Ovviamente siamo nel campo delle ipotesi, e parlare già ora di chi potrà essere il suo sostituto dipenderà anche dalla nuova sistemazione tattica. Perché con Fiorentina, Salernitana e Udinese sono tornate le lacune di gennaio, dove i rossoneri prendevamo imbarcate di gol ad ogni partita. Con l'assenza del numero 20 e il ritorno alla difesa a quattro, il ruolo di terzino destro sarà sicuramente ricoperto da Davide Calabria con il recuperato Florenzi come prima alternativa, mentre i tre centrali rimasti (Tomori, Thiaw e Kjaer) si giocheranno i due posti disponibili con l'inglese favorito per essere affiancato da uno degli altri due. In caso di difesa a 3, è praticamente certo l'utilizzo di Kjaer con Thiaw e Tomori.