Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / Gli ex
TMW RADIO - Daino sul Milan: "Leao incide nel bene e nel male"TUTTO mercato WEB
© foto di DANIELE MASCOLO
giovedì 30 marzo 2023, 22:40Gli ex
di Enrico Ferrazzi
per Milannews.it

TMW RADIO - Daino sul Milan: "Leao incide nel bene e nel male"

tmwradio
Ospiti: Impallomeni:" Contro il Napoli Leao può uscire dal torpore. Ma come sta il Milan? Daino:" In Champions se il Milan fa la partita i problemi sono del Napoli. Sarri sta facendo un gran lavoro." Savoldi:" Con il Napoli non si può fare la partita. Demerito di Sarri il cammino Europeo." - Maracanà con Marco Piccari e Stefano Impallomeni
00:00
/
00:00

A parlare di Napoli-Milan a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, è stato l'ex calciatore Daniele Daino.

Può essere la partita di Leao?
"Leao incide nel bene o nel male. Se fa la partita secondo le sue potenzialità porta tanti vantaggi. Il Milan di oggi però non è quello dello Scudetto, ha cambiato per infortuni e altri motivi. Qualche giocatore ha perso la fame giusta vista lo scorso anno, quando vedevamo una squadra che lavorava come collettivo. C'è un altro problema di Leao, ossia il posizionamento. Sta giocando in una maniera avanzata, molto accentrata, occupa spazi che prima non occupava. Per essere devastante deve giocare da esterno sinistro d'attacco. E' un po' come Kvaratskhelia, deve giocare largo o se si accentra lo limiti. Poi c'è anche la questione contratto, la psicologia, ma sono convinto che se il Milan decide di fare la partita, deve stare attento il Napoli".

Avere adesso un Tomori irriconoscibile, fare la partita lo vedo un grosso problema...
"Per tante ragioni non è il Milan dello scorso anno. Tomori è l'esempio di un giocatore straordinariamente presente e ti dava così tante garanzie che si difendeva a due a un certo punto. Oggi al Milan è venuta a mancare una certa fiducia. E' una cosa interna, sarebbe da essere lì per capire. E manca anche uno come Kjaer di un certo livello. E poi oggi il Milan soffre gli uno contro uno".