Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / News
Milan, Cardinale spiega: "Cerco le aree in cui c'è bisogno di migliorare, evolvere e professionalizzare"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 10 giugno 2024, 20:50News
di Niccolò Crespi
per Milannews.it

Milan, Cardinale spiega: "Cerco le aree in cui c'è bisogno di migliorare, evolvere e professionalizzare"

Arrivano interessanti dichiarazioni in merito alla stretta attualità del mondo milanista, con Gerry Cardinale, proprietario del Milan e fondatore di RedBird Capital Partners, che ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di 'Fortune.com' soffermandosi sul proprio e personale operato nell'ambito dell'investimento. Il numero uno di Red Bird ha poi spiegando come agisce nel mondo dello sport e dell'importanza in questo della proprietà intellettuale. Ecco le sue parole insieme a quelle dell'amico Bob Iger, amministratore delegato della Disney, riportate anche da 'Calcio e Finanza'.

Gerry Cardinale e la concezione di proprietà intellettuale: "Siamo un motore di monetizzazione della proprietà intellettuale. È questo che facciamo. Se si dispone della giusta proprietà intellettuale, è possibile assorbire i cambiamenti di transizione da un modello di distribuzione all’altro. Sono in grado di guardare all’industria dello sport, dei media e dell’intrattenimento come a degli ecosistemi. E poi cerco le dislocazioni. Cerco le aree in cui c’è bisogno di migliorare, evolvere e professionalizzare".

Bob Iger aggiunge: "Siamo andati subito d’accordo. Sono rimasto affascinato dalla sua curiosità e da ciò che sembrava sapesse già. Ha capito che una grande proprietà intellettuale è l’equivalente di una proprietà sulla spiaggia. Sa che il mondo ha bisogno di intrattenimento e che, a prescindere dal modo in cui lo ottengono o da come viene monetizzato, il valore è reale e a lungo termine".