Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / milan / News
Sacchi attacca: "Sembra un Milan di vecchi"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
martedì 31 gennaio 2012, 11:00News
di Marco Gritti
per Milannews.it

Sacchi attacca: "Sembra un Milan di vecchi"

Nel corso di un convegno tenutosi presso il centro tecnico di Coverciano ed organizzato dall’Ussi, Arrigo Sacchi attacca il Milan ed il modo di giocare imposto da Allegri: "Ho visto la partita l'altra sera (Milan-Cagliari ndr) e ho avuto l'impressione che alcuni giocatori avessero la mia età", ha sentenziato Sacchi, che poi precisa: "Nutro grande stima e simpatia per il club rossonero ma quando vedo giocare così mi viene in mente una frase che Valdano diceva sempre: ‘Spero sempre di vedere le partite del calcio italiano perchè fanno talmente poche cose interessanti, che le fanno vedere poi al replay, e per il resto della partita posso fare altro'". Parole dure quelle usate dal tecnico di Fusignano che nella corsa al titolo tricolore vede favorita la Juventus: "Allegri è un ottimo allenatore ma ha la squadra più complicata da gestire, essendovi molti solisti. Allenare la Juve è meno complicato e penso che possa vincere lo scudetto anche perchè ha il vantaggio di non disputare coppe europee e perchè è sostenuta da un ambiente compatto". Sacchi è critico anche sulla FIGC: "Ci sta dando una grossa mano sui settori giovanili ma credo che potrebbe di più sotto il profilo economico. In Spagna Real Madrid e Barcellona investono 50 milioni di euro all'anno per potenziare le strutture giovanili, in Italia Milan e Juve, che sono le più attente sotto questo aspetto, al massimo 14 o 15 milioni".