Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / I fatti del giorno
Il Bayern esonera Nagelsmann per Tuchel. Motivi e retroscena, ora può sostituire ConteTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 25 marzo 2023, 00:49I fatti del giorno
di Dimitri Conti

Il Bayern esonera Nagelsmann per Tuchel. Motivi e retroscena, ora può sostituire Conte

La notizia del giorno, dimenticandosi dei confini italiani entro i quali troppo spesso ci limitiamo, è senza dubbio la scelta del Bayern Monaco, già nell'aria da qualche ora ma diventata ufficiale: esonerato Julian Nagelsmann dopo la sconfitta di Leverkusen e il secondo posto in campionato, ma con ancora la possibilità di portarsi a casa ogni competizione e dei numeri record in Champions, al suo posto da lunedì siederà Thomas Tuchel, pronto a tornare in panchina dopo l'esperienza al Chelsea finita a settembre ma iniziata vincendo la coppa dalle grandi orecchie subentrando a stagione in corso. Appunto.

Una scelta, quella presa dal Bayern Monaco, suonata molto strana e forte alle orecchie di molti.

Andando ad esaminare nel dettaglio, il problema di base sembra proprio essere l'instabilità nei rapporti tra la quasi totalità dello spogliatoio (escluso Kimmich, non a caso l'unico tesserato oltre a Cancelo a esprimersi sulla vicenda) e il giovane allenatore, sollevato dall'incarico assieme a tre membri del suo staff. Adesso per lui potrebbero aprirsi da subito nuove porte, visto che è entrato nella shortlist del Tottenham, alla ricerca del candidato ideale per sostituire Conte, che ha già un piede e mezzo fuori.