Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / Serie A
Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 29 maggioTUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
martedì 30 maggio 2023, 01:00Serie A
di Dimitri Conti

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 29 maggio

Il punto su tutte le news di calciomercato della giornata appena andata agli archivi. Tra indiscrezioni, trattative e retroscena ecco le notizie più importanti
SPALLETTI E IL NAPOLI, È ADDIO: CACCIA AL SOSTITUTO, LUIS ENRIQUE IN POLE. KAMADA PRONTO ALLE VISITE CON IL MILAN. JUVENTUS, IL BAYERN PROPONE LO SCAMBIO MANE-VLAHOVIC. 40 MILIONI DALLA PREMIER PER FRATTESI, LUI VUOLE L'ITALIA. MALEH AL LECCE FINO AL 2027, RICCI TORNA A FROSINONE

Luciano Spalletti lascerà il Napoli, ormai la decisione è presa ed anche confermata dal tecnico stesso. Aurelio De Laurentiis però non vuole farsi trovare impreparato per la sua sostituzione: è in attesa di una risposta da Luis Enrique, nella sua lista c'è però anche Vincenzo Italiano della Fiorentina così come Sergio Conceicao, tecnico del Porto.

Romelu Lukaku ha voglia di rimanere all'Inter: molto dipenderà dalle scelte del prossimo allenatore del Chelsea, Pochettino. Il belga è stato chiaro però: pur di rimanere nerazzurro sarebbe disposto a ridursi lo stipendio.

Il Milan ha sempre più in pugno Daichi Kamada, trequartista classe '96 che lascerà l'Eintracht Francoforte a zero al termine della stagione. Il giapponese è pronto a sostenere le visite mediche già la prossima settimana, quando saranno terminate le stagioni del Milan (ultima di campionato col Verona) e dell'Eintracht (finale di Coppa di Germania).

La Juventus continua con le valutazioni sul futuro del suo allenatore, Massimiliano Allegri. Sarà John Elkann a decidere, intanto nelle ultime ore è spuntato un altro papabile candidato: Fabio Grosso del Frosinone.

Dejan Kulusevski dal Tottenham dovrebbe tornare alla Juventus, ed è rimasto vago sul suo futuro ai microfoni dei media inglesi dopo la vittoria contro il Leeds: "Non so sinceramente del mio futuro. Vedremo. Sono concentrato solo sul campo, ho fatto il meglio che potevo e ora è il momento di parlare con il club".

Il futuro di Dusan Vlahovic alla Juventus appare ancora tutt'altro che certo e legato anche al destino della società bianconera. La Signora sarà insidiata anche dal Bayern Monaco, interessato al centravanti serbo classe 2000 e intenzionato a proporre uno scambio di attaccanti per l'estate prossima: a Torino andrebbe il senegalese Sadio Mane, in rotta con l'ambiente, mentre lo stesso Vlahovic farebbe il percorso inverso.

Un Apache per il futuro della Roma. Il crack sudamericano Ricardo Solbes è l'ultima intuizione del settore giovanile della Roma. L'attaccante classe 2006 ha passato dei giorni a Roma la scorsa settimana e il club capitolino non ha avuto dubbi: convinto dalle qualità del sedicenne del Defensa y Justicia, è pronto a proporgli un percorso insieme nella Capitale.

Davide Frattesi è il pezzo più pregiato del Sassuolo e sarà uomo-mercato in estate. Ai neroverdi è arrivata un'offerta da 40 milioni di euro da una squadra di Premier League, ma lui preferirebbe l'Italia. In Serie A si è fatta avanti la Juventus, ma occhio anche a Inter e Roma.

Destino diverso da Frattesi, invece, per Domenico Berardi. L'attaccante può diventare una bandiera del Sassuolo, come confermato dall'uomo mercato dei neroverdi Carnevali: "Ha mostrato il desiderio di proseguire e ci piacerebbe che continuasse con noi".

Punto sul futuro del Bologna: a breve Saputo e Sartori incontreranno l'allenatore Thiago Motta per stabilirne il futuro, considerando il pressing del Napoli. Possibili partenze illustri sono quelle di Nicolas Dominguez e Riccardo Orsolini, entrambi a scadenza nel 2024. Occhio anche a Lewis Ferguson, per lui sono arrivati attestati di stima.

La Salernitana, in vista della prossima stagione, torna su Artem Dovbyk, attaccante del Dnipro-1, squadra della massima serie ucraina già cercato durante la scorsa estate. Il classe '97, che piace anche al Torino, ha un contratto in scadenza il 31 dicembre 2023 ed una valutazione di circa 10 milioni di euro.

Youssef Maleh è diventato nelle scorse ore un giocatore del Lecce, visto che è scattato il riscatto dalla Fiorentina per oltre 5 milioni di euro. Il centrocampista classe '98 italo-marocchino ha sottoscritto un contratto con il club salentino fino al 30 giugno 2027.

Niente riscatto da parte del Fatih Karagumruk: il centrocampista Matteo Ricci al termine della stagione torna in forza al Frosinone neopromosso in Serie A.


POCHETTINO È IL NUOVO ALLENATORE DEL CHELSEA, IL BRASILE TENTA ANCELOTTI. XAVI RINNOVERÀ CON IL BARCELLONA, TUCHEL CHIAMA RICE PER IL BAYERN. GUERREIRO VERSO L'ATLETICO MADRID, SI RITIRA SUBASIC

Ecco l'ufficialità: Mauricio Pochettino è il nuovo allenatore del Chelsea. Il tecnico argentino, 51 anni, ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2025 con opzione per un'ulteriore stagione.

Il presidente della federcalcio del Brasile insiste nel corteggiamento su Carlo Ancelotti, tecnico del Real Madrid: "Il Brasile ha allenatori competenti e che apprezziamo molto, ma Ancelotti è il piano A. Abbiamo la sensazione che andrà bene: conosce la maggior parte dei giocatori e ammira molto il calcio brasiliano".

Non solo Ancelotti: il Real Madrid è preoccupato di perdere anche Karim Benzema, attirato dalle sirene arabe. Intanto i Blancos hanno già prenotato il suo vice Joselu, in caso di addio col Pallone d'Oro una soluzione può essere Roberto Firmino, in uscita a zero dal Liverpool.

Dopo aver riportato il Barcellona sul tetto di Spagna, Xavi è pronto a programmare la prossima stagione nella speranza di restituire ai blaugrana la loro dimensione europea, e lo farà forte di un rinnovo fino al 2026 che è pronto a firmare.

Joao Cancelo non sarà riscattato dal Bayern Monaco (troppo cara l'opzione d'acquisto da 70 milioni di euro) e farà ritorno al Manchester City. Sulle sue tracce ci sono già da qualche tempo Arsenal e Barcellona.

La confusione nel Bayern può portare strascichi: il difensore francese Lucas Hernandez, fratello del milanista Theo, è per esempio nel mirino del PSG e, con un contratto in scadenza al 2024, qualora dovessero tornare alla carica in estate resistere sarebbe veramente molto complicato.

Tra i grandi nomi della prossima estate c'è Declan Rice, pilastro del West Ham e della nazionale inglese. L'Arsenal dovrà vedersela con il Bayern Monaco: negli scorsi giorni c'è stata una telefonata con l'allenatore dei bavaresi Thomas Tuchel, un colloquio andato bene e al termine del quale si sarebbe detto disposto a trasferirsi in Baviera.

Il Borussia Dortmund ha annunciato gli addii di cinque giocatori, che lasceranno il club giallonero da svincolati. Tra questi c'è Raphael Guerreiro: il terzino portoghese avrebbe già deciso la sua prossima destinazione, l'Atletico Madrid.

Igor Tudor potrebbe lasciare l'Olympique Marsiglia. Ne sono sicuri in Francia, soprattutto dopo le dichiarazioni criptiche del croato dello scorso fine settimana. Il suo sostituto potrebbe essere Franck Haise, artefice del miracolo Lens.

L'Eintracht Francoforte gioca d'anticipo e si assicura uno dei migliori talenti del calcio svedese. Il club tedesco ha infatti annunciato l'ingaggio del 18enne Hugo Larsson, che è cresciuto nel Malmoe. Ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2028.

A stretto giro di posta dall'annuncio del suo addio a fine contratto con il Tolosa, il centrocampista olandese Branco van den Boomen (classe 1995) trova subito squadra: ha firmato con l'Ajax fino al 30 giugno 2027.

Danijel Subasic dice basta, il portiere che ha guidato la Croazia alla sua storica prima medaglia d'argento ai Mondiali di calcio appende scarpini e guantoni al chiodo a 38 anni. Nel fine settimana ha giocato l'ultima (e anche prima della sua stagione) con l'Hajduk Spalato.