Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / I fatti del giorno
Thiago Motta, Sarri, De Zerbi e Gasperini: il punto sul futuro delle panchineTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 21 maggio 2024, 00:56I fatti del giorno
di Tommaso Bonan

Thiago Motta, Sarri, De Zerbi e Gasperini: il punto sul futuro delle panchine

Da una parte Gilardino che prolunga ufficialmente il suo matrimonio col Genoa per altri due anni. Dall'altra tanti nomi in cerca di chiarezza e tante panchine in cerca d'autore. Il mercato delle panchina è caldo in Serie A e non solo, con indiscrezioni, avvicendamenti e ipotesi a tenere banco. Detto di Gilardino, facciamo il punto sui principali nomi sotto i riflettori.

Thiago Motta. Dopo il pareggio show contro la Juventus, il tecnico del Bologna ha ribadito il concetto: "Oggi è un giorno di grande festa e dobbiamo godere di questo momento tutti insieme, del futuro ne parleremo internamente col presidente. Quello che decideremo lo comunicheremo insieme, adesso è il momento del Bologna". Per lui, come risaputo, possono aprirsi proprio le porte della Juventus.

Maurizio Sarri. A fare il punto su quello che potrà essere il suo futuro ci ha pensato direttamente l'ex tecnico di Juventus, Napoli ed Empoli, in occasione del Memorial Niccolò Galli: "Tornerò presto in panchina? Dipende dalle opportunità che si verranno a creare, vediamo se verrà fuori qualcosa che mi arrapa, che mi stuzzica, che sia figlio di un programma di medio o lungo periodo che valga la pena vivere. Fiorentina? Io sono disponibile per tutti i progetti che mi intrigano, non ho preclusioni verso nessuno. Bologna? Sono discorsi che leggo sui giornali, non ho avuto nessun rapporto diretto col Bologna. Le 4 squadre con cui ho avuto rapporti diretti sono straniere. Qualcosa dalla Premier, qualcosa dalla Liga e qualcosa da altri campionati. Non nego che potrei andare all'estero". Insomma, tutte le porte restano aperte.


Gian Piero Gasperini. La prima scelta del Napoli è Gian Piero Gasperini. Le parti in queste ultime settimane si sono confrontate, anche recentemente, e Gasperini è molto allettato dalla possibilità di rilanciare il progetto Napoli dopo questa stagione sciagurata. Il confronto tra Gasperini e i Percassi è atteso giovedì, al massimo venerdì, subito dopo la storica finale di Europa League contro il Bayer Leverkusen. Il Napoli attende fiducioso l'evolversi degli eventi, consapevole del fatto che questa settimana in un senso o nell'altro sarà decisiva. Tra giovedì e venerdì Gasperini darà una risposta sul suo futuro: se sarà addio, inizierà subito dopo la sua avventura col Napoli, club con cui ha già trovato un accordo di durata triennale.

Roberto De Zerbi. Il tecnico ha lasciato il Brighton. Nei giorni scorsi è arrivato l'annuncio da parte dei Seagulls: tra le parti ci sarà una risoluzione consensuale. E così l'allenatore italiano diventa un'occasione di mercato, per le italiane e non solo per le italiane, dal momento che sarà libero da ogni contratto e non bisognerà pagare la clausola per tesserarlo (da 13 milioni). L'ex Sassuolo e Benevento ha ribadito di non avere accordi con nessun'altra società per il futuro e che prenderà in considerazione le offerte che arriveranno, dando priorità alla Premier League: “Non c’è nessun club, nessuno mi ha offerto niente. Vi assicuro, al momento niente. Lascio due anni di contratto. Forse resterò a casa due, tre, quattro mesi – di sicuro non ho nulla di già fatto per il futuro. Spero di lavorare ancora in Premier League. Non so dove o quando. Ma è stato un onore lavorare in Premier League”. Attenzione però al Milan, in Serie A, che potrebbe accelerare (l'altro nome per i rossoneri è Fonseca).