Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / milan / Rassegna stampa
Mandzukic lotta e gioca ovunque. Gazzetta dello Sport: "E vuole la rivincita sulla Juve"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
lunedì 18 gennaio 2021, 09:34Rassegna stampa
di Alessandro Tedeschi

Mandzukic lotta e gioca ovunque. Gazzetta dello Sport: "E vuole la rivincita sulla Juve"

E' tempo di nuovi arrivi in casa Milan, e portano il nome di Mario Mandzukic. La Gazzetta dello Sport titola stamane: "Vuole la rivincita sulla Juventus". Mandzukic è abituato a ricoprire più ruoli in attacco e nella Juventus di Allegri si è sfiancato a fare anche il terzino. Se l’ambiente gli piace, se l’allenatore gli dà fiducia, lui va. Da un punto di vista tattico non farebbe nessuna fatica a convivere con Zlatan, ma può anche essere adatto a sostituire uno qualsiasi degli altri attaccanti. Nella nazionale croata si è adattato spesso e nella Juve di Allegri pure. Arriva come alternativa multipla, convinto di poter diventare fondamentale in più posizioni. Carisma, fisico, esperienza nel calcio italiano, rabbia per averlo lasciato in un modo un po’ così. L’addio alla Juve è stato traumatico, la voglia di rivincita tanta.

Mario voleva tornare in Italia. I suoi amici croati dicono che avrebbe rifiutato anche contratti più ricchi dall’Inghilterra, per non parlare di Stati Uniti e altre possibilità. Tornare in Serie A, la sua missione dopo l’addio doloroso alla Juve del post-Allegri. Mandzukic, uno dei fedelissimi del tecnico livornese, è rimasto travolto dalla rivoluzione sarriana. Cerca riscatto, soprattutto spazio, obiettivi. E il Milan resta una squadra affascinante per un croato della sua età e non solo.