HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » napoli » Brevi
Cerca
Sondaggio TMW
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

Classifiche - I dieci trasferimenti più costosi della storia

Chi sarà il primo?
21.07.2012 05:00 di Redazione Tutto Napoli.net - @tuttonapoli    per tuttonapoli.net   articolo letto 3433 volte
Fonte: ledieci.net
Classifiche - I dieci trasferimenti più costosi della storia
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

10 - Rio Ferdinand | Andrij Shevchenko : 46 mln di euro

Entrambi portano nelle casse delle società che li cedono una cifra di poco superiore ai 46 milioni di euro.

I destini però sono contrapposti: il primo passa dal Leeds al Manchester United contribuendo a rilanciare i diavoli rossi anche a livello europeo, fa incetta di trofei ed è tuttora un punto fermo della corazzata guidata da Alex Ferguson.
Il secondo lascia il Milan all’apice della carriera, da assoluto protagonista sia in Italia che in Europa, approda al Chelsea come (fino ad allora) rinforzo più costoso di Abramovich ma fallisce in pieno l’appuntamento con la Premier League.
Sheva, che qualche anno più tardi tornerà in patria alla Dinamo Kiev, trascorre a Londra stagioni infernali (con breve parentesi di ritorno al Milan) in cui gioca poco e segna meno.

9 - Gaizka Mendieta : 48 mln di euro

Quando approda in biancoceleste è il capitano di un Valencia strepitoso, quello guidato da Hector Cuper, e per due volte sfiora la Champions League.
Il trasferimento, annata 2001.02, è fallimentare.
La carriera del centrocampista in Italia si interrompe e Mendieta verrà definito il “peggior affare mai concluso da una squadra italiana”. Rimane a Roma un anno e, a parte per una traversa colpita, non lascia traccia.

Finirà in appena un anno nella lista dei cedibili concludendo la carriera al Middlesbrough (con veloce passaggio al Barcellona).

8 - Gianluigi Buffon : 54,2 mln di euro



Il numero 1 della nazionale, esploso al Parma giovanissimo, arriva alla Juventus nel mercato estivo del 2001.

La cifra, 54,2 milioni di euro, comprende anche la cessione ai ducali di Jonathan Bachini.
Il salatissimo passaggio di maglia consente alla Juventus di chiudere la saracinesca alla propria retroguardia e a Buffon di affermarsi come uno dei più completi portieri della storia del calcio.
Rimarrà in bianconero anche dopo Calciopoli e la retrocessione a tavolino della Vecchia Signora, giurando eterna fedeltà alla sua attuale squadra.

7 - Hernan Crespo : 55 mln di euro



Valdanito rappresenta l’affare più costoso che si realizza sull’asse Roma (sponda Lazio) e Parma, ovvero fra Cragnotti e Tanzi, due ex presidenti (all’epoca) rampanti, finiti entrambi in disgrazia per reati finanziari.

L’argentino porta in dote la fama di goleador in ascesa e nella prima stagione in biancoceleste è letale: gioca 32 volte e segna 26 gol prendendosi autorevolmente il titolo di capocannoniere della Serie A. La sua parentesi felice a Formello finisce qui.
L’anno seguente è condizionato dagli infortuni e la stagione successiva saluta tutti e firma con l’Inter. La Lazio, in cattive condizioni economiche, è costretta a cederlo a prezzi di “saldo” (30 milioni)

6 - Fernando Torres : 58,5 mln di euro


A Liverpool ancora si sfregano le mani per la cifra spaventosa sborsata dal Chelsea per assicurarsi i gol di uno dei più prolifici attaccanti spagnoli mai sbarcati in Premier League. Se le sfregano considerando la spaventosa parabola al ribasso vissuta da Torres (almeno fino a questo momento). Il suo percorso al Chelsea è molto simile a quella di Shevchenko; arrivato a peso d’oro e con un posto da titolare praticamente blindato, nel giro di pochi mesi ha bruciato tutta il credito di cui godeva per, con enorme sorpresa rispetto alle potenzialità che possiede, diventare un componente stabile della panchina.

Ci sarà da aspettare ancora un po’ per capire se la sua favola londinese vivrà un epilogo triste come quella del milanista o se “el niño“riuscirà a rinascere con la casacca dei bleus.

5 - Luis Figo : 60 mln di euro


Per certi versi il trasferimento più clamoroso della storia del calcio, considerando soprattutto le due squadre che se lo passano.

Il Real Madrid che diventerà dei “Galattici” lo prende dal Barcellona strappando un assegno da 60 milioni di euro. Figo firma e approda nella capitale dove vince praticamente tutto quello che un calciatore può vincere (due volte la Liga, la Champions League, la Coppa Intercontinentale, la Supercoppa Europea, due Supercoppe di Spagna e il Pallone d’oro).

Il trasferimento rimarrà sempre sullo stomaco dei catalani che durante un clasico della stagione 2002/2003 “saluteranno” il loro ex beniamino lanciandogli una testa di maiale in campo.

4 - Kaka : 65 mln di euro



Un altro (per ora) parziale flop, un altro “pacco” a caro prezzo che il Milan ha piazzato nel mondo.
Ricardo Kaka saluta i rossoneri nel Giugno 2009 firmando un sontuoso contratto con il Real Madrid di Florentino Perez che riesce in ciò che il suo successore-predecessore Calderon non era riuscito, regalare ai suoi tifosi il centrocampista più elegante del mondo.

Il ruolino madridista di Kaka non è però all’altezza del suo rango.
In bianco, fermato spesso dagli infortuni, Kakà ha finora fatto poco facendo estrema fatica a ritagliarsi un posto da titolare.

3 - Zlatan Ibrahimovic :69,5 mln di euro


Avrebbe dovuto consacrare l’attacco della squadra più forte del mondo, avrebbe potuto costituire (con Messi) una delle coppie più atomiche della storia del calcio. Avrebbe potuto vincere quel trofeo (la Champions) che lui, cannibale degli scudetti, non ha mai alzato.

Il matrimonio fra i blaugrana e Zlatan Ibrahimović durerà invece soltanto un anno, senza Champions (che beffa, sarà l’anno del triplete dell’Inter, la sua ex squadra) e senza amici (in una recente biografia Ibra sparerà su tutto l’ambiente, da Messi a, soprattutto, Guardiola).

La prima donna diventerà di troppo e il Barcellona accetterà una minusvalenza esorbitante (rispetto al giocatore e al suo valore) pur di liberarsene. Lui tornerà (felice) al Milan.

2 - Zinedine Zidane : 73,5 mln di euro


L’epoca è quella che consacra il calcio (economicamente) folle.
Il giocatore è uno dei più forti mai scesi in campo.
La squadra che lo cede è la Juventus, la squadra che lo compra (manco a dirlo) il Real Madrid.

Il matrimonio (rarissimo caso) fa felice tutti. Moggi rinuncia al suo campione ma si rifà puntellando una squadra già fortissima con un acquisto per reparto. Il Real soddisfa la propria ambizione e mette in rosa il calciatore più forte che all’epoca esista.

Zidane rimarràmadri dista anche al termine della sua strepitosa carriera griffando con un gol indimenticabile l’ultima Champions League conquistata dai blancos.

1 - Cristiano Ronaldo : 94 mln di euro



Primo, secondo, quarto e quinto.
Il Real Madrid è il club più ambizioso del mondo e spadroneggia in una lista (di soldi prima che di calcio) come questa.

La prima posizione (che probabilmente non verrà mai superata) se l’aggiudica il trasferimento record di Cristiano Ronaldo che appone a peso d’oro la sua firma su un passaggio da "storia del calcio", pianificato con anni di anticipo e consumatosi per la cifra record di 94 milioni di euro (corrisposta dai madridisti al Manchester United).

Se un giocatore costa così tanto quanto può valere la sua clausola rescisorria? Per Ronaldo il prezzo c’è; chi volesse strapparlo al Real Madrid prima della naturale scadenza del contratto, dovrebbe sborsare 1 miliardo di euro.


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Napoli

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510