Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Le Interviste
Impallomeni: "Se la Roma ha 40-50mln, Chiesa non può essere un obiettivo"TUTTO mercato WEB
lunedì 10 giugno 2024, 22:20Le Interviste
di Davide Baratto
per Tuttonapoli.net

Impallomeni: "Se la Roma ha 40-50mln, Chiesa non può essere un obiettivo"

A Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, è arrivato il momento del giornalista ed ex calciatore Stefano Impallomeni
tmwradio
Maracanà con Lucio Marinucci e Stefano Impallomeni. Ospiti: Daniele Garbo, Niccolò Ceccarini: “Baratterei un risultato qualunque agli Europei per la qualificazione ai Mondiali”
00:00
/
00:00

Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, è arrivato il momento del giornalista ed ex calciatore Stefano Impallomeni.

Chiesa, il nome circola da settimane. E' il profilo giusto per la Roma?
"Sarebbe il profilo idoneo per tante squadre. Per lui c'è anche il pressing del Napoli, bisogna vedere cosa conviene a lui, quanto guadagna, le prospettive, insomma tante cose. Se la Roma ha 40-50 mln per la campagna acquisti, allora non credo che sia l'obiettivo. Se quello è il diktat, non puoi prendere solo lui, perché ti servono altri innesti. Fai un mercato diverso, intelligente, creativo. Credo che sia una Roma che vada verso una linea verde europea. Pensavo potesse essere un obiettivo, ma con quelle cifre no. Dovresti vendere dei pezzi pesanti".

Italia, vittoria contro la Bosnia:
"Italia che ha cercato di fare qualcosa in più soprattutto dalla trequarti e questo ha influito nelle scelte di Spalletti. Frattesi credo sia la nota positiva e l'uomo da monitorare. Credo che possa insidiare chi è titolare oggi. E' un giocatore diverso, molto tecnico, sa inserirsi, ha il gol nel sangue, e poi lo vedo con una personalità notevole. E a noi serve gente così. Se dovesse arrivare in semifinale però questa Nazionale sarebbe già un successo".

Ci sono differenze con l'Italia del 2021:
"C'era un blocco che giocava insieme da tempo, c'era esperienza nel gruppo, vedi Bonucci e Chiellini. E' una squadra inferiore rispeto a quella che vinse nel 2021, credo lo sappia Spalletti, ma si deve lavorare per sbalordine sul piano dell'impegno e delle alchimie in campo. Ad oggi però dico che questa squadra non ha ancora quella cattiveria agonistica, che spero possa trovare d'incanto alla prima partita con l'Albania".