Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / napoli / L'Editoriale
Blocchiamo sul nascere la nuova inutile discussione su OsimhenTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 26 settembre 2022, 08:44L'Editoriale
di Arturo Minervini
per Tuttonapoli.net

Blocchiamo sul nascere la nuova inutile discussione su Osimhen

Mettere però in discussione che il 9 titolare di questo Napoli sia Osimhen è fuori da ogni logica.

Meglio Simeone. Anzi no, meglio Raspadori. Ma che dici, deve giocare Osimhen. È già partito il trittico di pensieri e parole, di partiti e fazioni pronti a contendersi lo scettro dell’Io l’avevo detto. Con nigeriano infortunato dalla gara con Liverpool, sono arrivate le ottime prestazioni di Raspadori (Gol decisivo con lo Spezia e rete della tranquillità in Scozia) e di Simeone (a segno proprio contro i Reds e decisivo nel blitz di San Siro contro il Milan). 

E in questi giorni qualcuno già abbozza: siamo sicuri che Osimhen debba essere il titolare al suo rientro. Una inutile e sterile discussione per una considerazione molto semplice: ci sono tantissime gare da giocare, caratteristiche differenti da sfruttare e la possibilità da parte di Spalletti di attingere a piene mani, a gara in corso, su una rosa che gli consente di avere più opzioni per cambiare le gare proprio nella parte finale.

Mettere però in discussione che il 9 titolare di questo Napoli sia Osimhen è fuori da ogni logica.  Victor tornerà e saprà essere immediatamente decisivo. Proprio come Raspadori e Simeone. Per vincere servono i gol di tutti.