Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / palermo / Notizie
Elezioni Nazionali 2022, al centrodestra la maggioranza con Fratelli d'Italia primo partitoTUTTOmercatoWEB.com
Giorgia Meloni
© foto di Samantha Zucchi/Insidefoto/Image
lunedì 26 settembre 2022, 11:12Notizie
di Rosario Carraffa
per Tuttopalermo.net

Elezioni Nazionali 2022, al centrodestra la maggioranza con Fratelli d'Italia primo partito

La coalizione di centrodestra ottiene il 44,29% di voti, mentre quella di centrosinistra il 26,05%. Fratelli d’Italia è il primo partito italiano, confermando le previsioni. Secondo posto al Pd, con una distanza di oltre 6 punti. Al centrodestra va la maggioranza dei seggi sia alla Camera sia al Senato. Sul gradino più basso del podio c’è il Movimento 5 Stelle. La Lega non arriva al 10% e il distacco tra Fdi e gli alleati (Forza Italia è il secondo partito del centrodestra come voti ottenuti) fa pensare a una prossima forte autonomia del partito di destra al governo. Il centrodestra avrebbe vinto in 60 collegi uninominali al Senato e 122 Camera. Il centrosinistra in 7 al Senato e 12 alla Camera. M5s avanti in 4 seggi uninominali al Senato e 10 alla Camera. Risultato personale per Cateno del Luca: la lista Sud Chiama Nord dell'ex sindaco di Messina si aggiudica un seggio al Senato e uno alla Camera.

Per Fratelli d’Italia una vittoria storica che trascina al successo tutto il centrodestra. Per Giorgia Meloni si spalancano le porte di Palazzo Chigi e si rompe un tabù, visto che in Italia mai nessuna donna (di destra o di sinistra), dal lontano 1945, anno dell’insediamento del primo Presidente del Consiglio dei Ministri (Alcide De Gasperi), era diventata Presidente del Consiglio. Sulla base delle regole che la colazione di centrodestra si era dato, il primo partito della colazione ha avuto il diritto esprimere il Presidente del Consiglio. E lo farà dunque Fratelli d’Italia, primo partito della coalizione con il 26 per cento di consensi, che permette alla Meloni di diventare premier e governare per i prossimi 5 anni. L’ultimo Governo Draghi aveva in lista 39 persone, di cui 19 donne e 20 uomini, diventando il governo con più donne di sempre dell’intera storia repubblicana, con il 39,3% di quote rosa.

L’affluenza definitiva è stata del 63,91%, circa il 9% in meno rispetto alle elezioni politiche del 2018. Si tratta del dato più basso di sempre dalle prime elezioni repubblicane del 1946.