Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / palermo / Interviste
Palermo, Tutino: "Il Barbera è uno degli stadi più belli d'Italia. Giocarci è un'emozione fortissima"TUTTO mercato WEB
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
martedì 28 marzo 2023, 12:58Interviste
di Rosario Carraffa
per Tuttopalermo.net

Palermo, Tutino: "Il Barbera è uno degli stadi più belli d'Italia. Giocarci è un'emozione fortissima"

L'attaccante del Palermo Gennaro Tutino, che è approdato nel capoluogo siciliano a gennaio, ha collezionando già 10 presenze ed un gol con la maglia rosanero. Il numero 7 è stato intervistato nell’esclusivo "Q&A" di StarCasinò Sport – il sito di intrattenimento sportivo Premium Partner di Palermo FC – e ha raccontato il suo arrivo nella nuova città, nella nuova squadra e nel nuovo spogliatoio. 
Per rompere il ghiaccio, l’intervistatrice Giulia Fazio ha chiesto a Tutino quali sono state le sue prime sensazioni a Palermo e le differenze con la sua città natale Napoli, ecco quanto evidenziato da TuttoPalermo.net: “Sono molto simili, soprattutto il centro storico. Sono entrambe bellissime città e mi sto trovando benissimo”.
Spostandosi verso il quartiere La Favorita, dove si trova lo stadio Renzo Barbera, l’attaccante ha commentato: “Lo conoscevo per fama, è uno degli stadi più belli d’Italia anche per il calore dei tifosi. Nelle ultime partite casalinghe il pubblico ci ha spinto molto, soprattutto contro il Frosinone. Vedere lo stadio pieno è stata un’emozione fortissima”.
Dopo le giovanili al Napoli, Tutino ha maturato una lunga esperienza nella categoria cadetta grazie alle stagioni con la maglia di Salernitana, Empoli, Parma e Cosenza. Proprio con la squadra calabrese ha siglato il gol più bello e più decisivo della sua carriera, come confermato da lui stesso: “La rete in rovesciata contro il Venezia credo sia uno dei più belli che io abbia segnato. È stato anche un gol importante perché ha sancito la nostra salvezza.

Tecnicamente era davvero molto difficile, ma, secondo me, ho fatto solo la cosa più semplice per fare gol”.
Questa marcatura è stata premiata dalla Lega Serie B come gol più bello del campionato 2018/19. Durante la sua carriera ha avuto l’opportunità di allenarsi e di confrontarsi con alcuni campioni di fama mondiale. Su tutti, Gianluigi Buffon e Gonzalo Higuain: due leggende che hanno scritto
pagine indelebili della storia calcistica italiana, juventina e napoletana. Riguardo il suo rapporto con l’estremo difensore del Parma, Tutino ha affermato: “Ho avuto modo di vedere Gigi ogni giorno in allenamento e, per un giovane calciatore, è importante osservare come una leggenda
vivente come lui si approcci al lavoro con grande umiltà. È un grande esempio”. Sul centravanti argentino, giocatore del Napoli durante la sua ultima stagione nella primavera partenopea, ha sottolineato come sia difficile rubare segreti a campioni del suo calibro: “Grazie al loro grandissimo talento fanno le cose in modo talmente naturale che è difficile replicarle. È comunque importante guardare e osservare, soprattutto il modo in cui lavorano”.