Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
tmw / parma / Altre Notizie
LIVE TMW - Coronavirus, si va verso il rinvio del match tra Torino e LazioTUTTOmercatoWEB.com
domenica 28 febbraio 2021 23:59Altre Notizie
di Redazione TMW
live

Coronavirus, si va verso il rinvio del match tra Torino e Lazio

00:15 - Lazio-Torino, si va verso il rinvio - Novità sulla gara tra Lazio e Torino riportata da Sky Sport. I granata non si allenano in gruppo da lunedì, i giocatori sono stati dunque in isolamento domiciliare, senza poter andare allo stadio. Questo dura 7 giorni pieni, fino a martedì: secondo la pay tv, è l'interpretazione che danno ASL e Torino. Arriverà in giornata un nuovo giro di tamponi, ma il Torino non potrà andare a Roma perché la settimana d'isolamento domiciliare terminerà nella giornata di martedì (compresa). L'ASL ha riscontrato la variante inglese, per questo i controlli hanno bypassato il protocollo disponendo la sospensione degli allenamenti. Per la Lega la gara è in programma ma al momento il Torino ritiene di non dover partire per Roma a meno che martedì mattina la ASL, in caso di tamponi negativi, cambi i provvedimenti.

19:15 - Inter, positivo al Covid-19 il vice ds Baccin - Il Covid-19 torna a colpire ancora i quadri dirigenziali dell'Inter. Nella giornata di oggi è infatti arrivata la notizia della posività di Dario Baccin. Ecco la nota del club: "Il vice ds dell'Inter, Dario Baccin, è risultato positivo al Covid-19 in seguito agli ultimi controlli effettuati nei giorni scorsi. Seguiranno da ora le procedure previste dal protocollo sanitario".

18.49 - Torino-Lazio, attesa per i tamponi granata: senza nuovi positivi si gioca regolarmente - Sarà domani la giornata decisiva per la decisione in merito alla partita tra Lazio e Torino in programma per martedì 2 marzo alle 18.30. Il Toro, che è tornato ad allenarsi individualmente su indicazione dell'Asl, conoscerà domani l'esito dei tamponi effettuati nella giornata di oggi, dopo che l'ultimo giro di test effettuati ieri, hanno dato tutti esito negativo. Senza nuove positività l'Asl potrebbe definire concluso il focolaio e permettere di tornare ad allenarsi regolarmente gli uomini di Nicola a poco più di 24 ore dalla sfida dell'Olimpico. I granata sono disposti a partire anche se in grande emergenza visti i 7 positivi, ma considerando che non è possibile chiedere il rinvio come da protocollo (servirebbero 10 positivi fra i giocatori con numero di maglia assegnato nei 7 giorni precedenti alla sfida), in caso di via libera si presenteranno regolarmente. A riportarlo è Sky Sport.

17.48 - Il bollettino di oggi - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 257.024 tamponi e individuati 17.455 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 422.367, 10.416 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 192 persone affette da Coronavirus per un totale di 97.699 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 422.367
Deceduti: 97.699 (+192)
Dimessi/Guariti: 2.405.199 (+6.847)
Ricoverati: 20.869 (+281) di cui in Terapia Intensiva: 2.231 (+15)
Tamponi: 40.132.887 (+257.024)
Totale casi: 2.925.265 (+17.455, +0,6%)


15.45 - Lazio-Torino, si gioca - Si va verso la disputa regolare della sfida tra Lazio e Torino in programma martedì prossimo. A ripotarlo è il giornalista di Sky Sport Alessandro Alciato, che informa come la gara del turno infrasettimanale di A attesa all'Olimpico di Roma dovrebbe svolgersi nonostante il cluster da ben dieci positivi nel gruppo squadra granata che ha già costretto a rinviare la partita di venerdì col Sassuolo.



12.03 - Torino, nessuno altro caso dopo l'ultimo giro di tamponi. I positivi restano 10, ora si attende l'Asl - L'ultimo giro di tamponi in casa Torino non ha dato rilevato nuove positività: il conto, dunque, resta a dieci casi di Covid-19, otto calciatori e due membri dello staff. Adesso si attendono le disposizioni da parte dell'Asl circa ripresa degli allenamenti e la trasferta a Roma contro la Lazio al momento programmata martedì 2 marzo.

10.45 - Sospiro di sollievo per l'Inter: tutti negativi i tamponi dei giocatori. Alle 15 a San Siro c'è il Genoa - Sospiro di sollievo in casa Inter. Secondo quanto riporta Sky Sport, infatti, è risultato negativo l'esito dei tamponi effettuati ieri dalla squadra nerazzurra. Ad Appiano Gentile in queste ore c'era attesa per scongiurare positività last minute nel gruppo squadra dopo il mini-focolaio di Covid-19 che ha colpito i vertici dirigenziali negli scorsi giorni. Dunque, Conte non avrà ulteriori defezioni in vista del match di oggi contro il Genoa, in programma a San Siro alle 15.00.

DOMENICA 28 FEBBRAIO

21:29 - Nuova ordinanza del ministero della Salute, Basilicata e Molise in zona rossa - Il ministro della Salute, Roberto Speranza, il 27 febbraio 2021 ha firmato, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di regia, cinque nuove Ordinanze volte a contenere la diffusione dell'epidemia da nuovo coronavirus.

Le Ordinanze entreranno in vigore lunedì 1 marzo 2021.

La prima Ordinanza conferma per ulteriori quindici giorni per le Regioni Abruzzo, Toscana, Umbria e per la Provincia Autonoma di Trento e Bolzano, le misure disposte dall’Ordinanza del 12 febbraio 2021. Le citate Regioni restano quindi in area arancione
La seconda Ordinanza dispone il passaggio in zona arancione per le Regioni Marche, Lombardia e Piemonte
La terza Ordinanza dispone il passaggio in zona rossa per la Regione Basilicata
La quarta Ordinanza dispone il passaggio in zona rossa per la Regione Molise
La quinta Ordinanza dispone il passaggio in zona bianca per la Regione Sardegna

Complessivamente, quindi, la ripartizione delle Regioni e Province Autonome nelle diverse aree in base ai livelli di rischio a partire dal 1 marzo 2021 è la seguente:

area gialla: Calabria, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta, Veneto
area arancione: Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Umbria
area rossa: Basilicata, Molise
area bianca: Sardegna

La Regione Liguria alla scadenza dell’Ordinanza del 12 febbraio 2021 passa in area gialla.

18.40 - Il bollettino di oggi in Italia - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 323.047 tamponi e individuati 18.916 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 411.966, 7.316 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 280 persone affette da Coronavirus per un totale di 97.507 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 411.966
Deceduti: 97.507 (+280)
Dimessi/Guariti: 2.398.352 (+11.320)
Ricoverati: 20.588 (+102) di cui in Terapia Intensiva: 2.216 (+22)
Tamponi: 39.875.863 (+323.047)
Totale casi: 2.907.825 (+18.916, +0,65%)


17.25 - Hellas Verona, tutti negativi nella seconda tornata di test diagnostici - Dopo la positività al Covid-19 rinvenuta in un componente, la successiva tornata di test diagnostici cui - nel rispetto del protocollo sanitario - si sono sottoposti nelle scorse ore gli altri appartenenti al cosiddetto "gruppo squadra" ha dato per tutti esito negativo. Lo riporta il sito ufficiale dell'Hellas Verona.

15.36 - Ghirelli annuncia: "Il Consiglio dei Ministri ha approvato lo strumento dell'apprendistato" - Importanti novità per il mondo della Lega Pro: il Consiglio dei Ministri ha approvato lo strumento dell'apprendistato. A darne la notizia è direttamente il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, con questo post pubblicato su Facebook: "Il Consiglio dei ministri, presieduto dal prof. Mario Draghi ha varato i decreti delegati sulla riforma dello sport su cui aveva lavorato il ministro Spadafora. Un passo innovativo è costituito dall’approvazione dell’APPRENDISTATO, strumento che diventa concreto nel calcio e nello sport. Ci siamo battuti a partire dal governo Letta, allora non arrivammo alla conclusione dell’iter seguito dal ministro Giovannini perché per opera dell’on. Renzi cadde il governo. Oggi aver approvato l’istituzione dell’APPRENDISTATO consente di pensare ad un percorso formativo dei giovani calciatori e delle giovani calciatrici. Indica una direttrice di riforma per il sistema scolastico italiano, a partire da un nuovo rapporto tra sport/calcio/sistema formativo nazionale. Per noi di Lega Pro significa acquisire un nuovo asset per rendere sempre più credibile la mission di formare giovani. Questa è una delle carte potenzialmente più forti che il Paese deve saper giocare, per essere competitivi in Europa e nel mondo. Occorre pazienza e tigna, mi sono permesso di ripetere a chi in questi anni veniva 'fiaccato' dai continui rinvii nell’approvazione di uno strumento normativo potenzialmente capace di migliorare il sistema sportivo e di aprire opportunità per i giovani".

13.50 - Hellas Verona, un componente del gruppo squadra positivo al Covid-19. Il comunicato - Brutta notizia in casa Hellas Verona, nel giorno della sfida del Bentegodi contro la Juventus (in programma alle 20.45). Il club scaligero, infatti, ha comunicato la positività di un componente del gruppo squadra. Ecco la nota ufficiale: "Hellas Verona FC, in seguito ai test diagnostici effettuati, comunica che un componente del cosiddetto ‘gruppo squadra’ è risultato positivo al Covid-19. L’intero ‘gruppo squadra’ seguirà le procedure previste dal protocollo sanitario". Secondo quanto appreso da TMW, non si tratterebbe né di un dirigente, né di un calciatore, né di un membro dello staff tecnico, bensì di un collaboratore.

12.37 - Torino, anche oggi niente allenamenti. Nuovo ciclo di tamponi per il gruppo squadra - Niente allenamenti per il Torino, il gruppo è ancora in quarantena a causa dei numerosi casi di positività al Covid-19. Questo il comunicato del club granata: "Il Torino Football Club comunica che, su disposizione dell’Autorità sanitaria locale competente, anche oggi la squadra non sosterrà alcuna sessione di allenamento. Per tutto il gruppo squadra previsti in data odierna nuovi controlli con il tampone molecolare".

11.01 - Inter, il Covid-19 colpisce anche la squadra femminile: positiva Eva Bartanova Dopo i casi in dirigenza e la positività del Primavera Gaetano Oristanio, il Covid-19 colpisce anche l'Inter femminile. "FC Internazionale Milano comunica che Eva Bartonova è risultata positiva al tampone effettuato nei giorni scorsi con la Nazionale ceca. La giocatrice segue le procedure previste dal protocollo sanitario e sta svolgendo il periodo di isolamento in Repubblica Ceca. Bartonova non sarà a disposizione per la gara di oggi contro l’Hellas Verona".

09.55 - Inter, caso di Covid-19 in Primavera - Nuovo caso di Covid-19 in casa Inter. Dopo la positività dei dirigenti nerazzurri, questa volta è risultato positivo un ragazzo della Primavera nerazzurra, Gaetano Oristanio. Questo il comunicato pubblicato sul sito ufficiale dell'Inter: "FC Internazionale Milano comunica che Gaetano Oristanio è risultato positivo al tampone effettuato nei giorni scorsi. Il giocatore e l'intero gruppo squadra seguiranno le procedure previste dal protocollo sanitario. Oristanio non sarà a disposizione per la gara di oggi della Primavera contro l’Empoli".

SABATO 27 FEBBRAIO

23.44 - In arrivo il nuovo Dpcm - La bozza del primo Dpcm del governo Draghi conferma le principali regole del decreto dell’ex presidente Conte, in vigore fino al 5 marzo. Sono poche le novità, molte delle quali già preannunciate. Il 27 marzo potranno riaprire cinema, teatri e sale da concerto, ma solo in zona gialla e con precise condizioni. In zona rossa dovranno invece chiudere barbieri e parrucchieri, cosa che in precedenza non era mai accaduta. Il nuovo testo dovrà passare al vaglio delle Regioni per il via libera e, una volta approvato e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, sarà valido dal 6 marzo al 6 aprile. Come prevedibile, sarà quindi una Pasqua blindata visti i numeri dei contagi in costante aumento soprattutto a causa delle varianti. Eventuali cambi di fascia partiranno dal lunedì.

19.01 - Il Covid-19 colpisce il Monza: positivo asintomatico Galliani. Non ha avuto contatti con la squadra - Il Covid-19 torna a colpire il Monza, ma stavolta a livello dirigenziale: è infatti risultato positivo l'Ad Adriano Galliani. Asintomatico, non ha avuto contatti con la squadra.

18.31 - Coronavirus, sono cinque le Regioni a rischio alto. La situazione in attesa del nuovo Dpcm - Sono Lombardia, Abruzzo, Marche, Piemonte e Umbria le cinque regioni a rischio epidemiologico alto secondo i dati del monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità: un dato in netto peggioramento rispetto alla scorsa settimana (quando c’era una sola Regione in questa categoria). Le Regioni a rischio di entrare in fascia arancione erano Piemonte, Lazio e Lombardia; Puglia, Marche e Basilicata. I dati del monitoraggio restringono questo panorama: a diventare arancioni dovrebbero essere Lombardia, Piemonte e Marche, mentre la Basilicata potrebbe passare in rosso. Anche il Molise ha chiesto nella serata di ieri di entrare in zona rossa. La Liguria confida invece di tornare in zona gialla. Nella giornata di oggi, ai governatori dovrebbe anche essere consegnata la bozza del nuovo Dpcm che dovrà essere messa a punto entro lunedì. Il ministro della Salute, Speranza, ha spiegato che "la situazione è seria, c’è una crescita dei casi in Italia come in altri Paesi come la Francia per l’impatto delle varianti. È perciò necessario non allentare le misure adesso".

17.45 - Protezione Civile, il bollettino: 20.499 nuovi contagiati (+8.521 positivi rispetto a ieri). 253 morti in 24h - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 325.404 tamponi e individuati 20.499 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 404.664, 8.521 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 253 persone affette da Coronavirus per un totale di 97.227 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 404.664
Deceduti: 97.227 (+253)
Dimessi/Guariti: 2.387.032 (+11.714)
Ricoverati: 20.486 (+61) di cui in Terapia Intensiva: 2.194 (+26)
Tamponi: 39.552.816 (+325.404)
Totale casi: 2.888.923 (+20.499)

15.32 - Nkoulou l'ottavo positivo del Toro - E' Nicolas Nkoulou l'ottavo calciatore positivo al Covid-19 in casa Torino. Il difensore camerunese risultato positivo all'ultimo giro di tamponi si aggiunge a Buongiorno e Murru (le cui positività erano state riscontrate giovedì 18 febbraio) di Linetty (sabato), Baselli, Belotti e Singo (martedì) e Bremer (mercoledì). Oltre agli otto giocatori, sono positivi due membri dello staff granata.

13.05 - Torino, i giocatori che hanno contratto il Covid-19 salgono a 8 - "Il Torino Football Club comunica che dall’analisi del tampone molecolare svolto ieri sera è emersa una nuova positività al Covid-19. Pertanto anche oggi, su disposizione dell’Autorità sanitaria locale competente, la squadra non sosterrà alcuna sessione di allenamento", si legge sul sito ufficiale del club granata.

11.48 - A forte rischio anche Lazio-Torino - L'ASL di Torino avrebbe già inviato una comunicazione scritta alla Lega Calcio con cui ha anticipato di fatto la prossima decisione in vista di Lazio-Torino. A tutela della salute dei calciatori granata e delle eventuali persone che ci entrerebbero in contatto, il viaggio nella Capitale per giocare la sfida contro la Lazio, non verrà autorizzato. Troppo pericoloso lo spostamento di decine di persone a una sola settimana dal focolaio. L'ASL dirà di no e la Lega ne prenderà atto rinviando anche Lazio-Torino dopo il rinvio ufficializzato ieri di Torino-Sassuolo.

11.13 - 2000 tifosi al Gewiss Stadium, Gori furioso - Digos al lavoro per identificare chi ha partecipato mercoledì sera al ritrovo al Gewiss Stadium, prima di Atalanta-Real Madrid. Sono stati circa 2.000 i tifosi presenti, secondo la Questura, e tra questi c'era anche il Bocia, leader della tifoseria organizzata. Una 'festa' condannata anche dal sindaco Gori ("Non c'è Real che tenga. Vedendo le immagini non ho potuto pensare ad Atalanta-Valencia di un anno fa, a ciò che ha comportato"). La Digos ha avviato le procedure per le identificazioni dei presenti, con immagini e video acquisite da diverse fonti. Tutti a lavoro non solo per le norme anti-Covid ma anche per gli "oggetti esplodenti" come il petardo che ha ferito a una mano il 32enne che sarà denunciato.

8.45 - Torino, oggi nuovo giro di tamponi - Anche la gara contro la Lazio resta a rischio per il calendario del Torino di Davide Nicola. La situazione è lontana dall’essere di semplice gestione, anche perché all’atto pratico non è dato conoscere il numero esatto di elementi effettivamente positivi al Covid, sia perché la variante del virus sembra essere stata identificata in quella inglese. Intanto, come prima disposizione, il campo del Filadelfia è stato chiuso e gli allenamenti sono stati sospesi sino a data da destinarsi. Oggi sarà il giorno di un altro giro di tamponi, per determinare quantomeno il numero dei contagiati per cercare per quanto possibile di salvaguardare la situazione di salute dei giocatori coinvolti e delle rispettive famiglie.

VENERDÌ 26 FEBBRAIO

22.15 - Nuovo centro di vaccinazione in Spagna: è lo stadio dell'Atletico - Il Wanda Metropolitano di Madrid è divenuto centro di vaccinazione. Un migliaio di persone sono state convocate allo stadio dell'Atlético per ricevere il vaccino AstraZeneca contro il Covid-19. Ogni ora potranno essere vaccinate dalle 350 alle 400 persone.

20.12 - L'iniziativa dell'Udinese per il rispetto delle norme - Un dispositivo tecnologico per monitorare il rispetto delle norme e dei protocolli anti-Covid. E' quanto ha deciso di adottare l'Udinese con l'intenzione di favorire la riapertura degli stadi in totale sicurezza. Il progetto RE-START, così si chiama, verrà testato nel prossimo match di campionato che i bianconeri disputeranno alla Dacia Arena contro la Fiorentina.

19.10 - Effetto Covid, i conti della Juve segnano una flessione - Il CdA juventino oggi ha approvato il bilancio del primo semestre 2020-21. I ricavi della Juventus sono passati da 322.3 milioni di euro nell'anno precedente a 258.3 in questa stagione, con una flessione di 64 milioni. Ci sono meno proventi dalle cessioni dei giocatori - 55 milioni - oltre a quelli di prodotti, licenze e botteghino da 39 milioni. A salvare parzialmente il risultato ci sono 27 milioni di diritti televisivi che sono dovuti alle partite giocate a luglio e agosto scorso.

18.08 - I numeri del Covid-19 aumentano ancora- La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 443.704 tamponi e individuati 19.886 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 396.143, 6.710 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 308 persone affette da Coronavirus per un totale di 96.974 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 396.143 (+6.710)
Deceduti: 96.974 (+308)
Dimessi/Guariti: 2.375.318 (+12.853)
Ricoverati: 20.425 (+51) di cui in Terapia Intensiva: 2.168 (+11)
Tamponi: 39.317.412 (+443.704)
Totale casi: 2.868.435 (+19.886, +0,7%)

16.02 - Anche Lazio-Torino del 2 marzo a rischio rinvio. Molto dipenderà dall'esito dei tamponi di oggi - Come comunicato dalla Lega, Torino-Sassuolo in programma domani è stata rinviata al 17 marzo a causa delle preoccupazioni palesate dalla Asl-1 di Torino dopo le 8 positività riscontrate all'interno del gruppo squadra granata. Oltre alla sfida col Sassuolo, aleggia grande incertezza anche in merito alla partita in programma martedì 2 marzo fra Lazio e Torino. Nel pomeriggio di oggi la squadra di Nicola con tutto lo staff si sottoporrà ad un nuovo giro di tamponi (il terzo settimanale, ndr): domani intorno all'ora di pranzo arriveranno i risultati e a quel punto si capirà qualcosa in più in merito alla partita con la Lazio. Nel caso in cui non dovessero emergere ulteriori positività, il Torino potrebbe tornare ad allenarsi (per i primi 2 giorni in forma individuale) e quindi preparare la gara dell'Olimpico. Se invece dovessero essere riscontrati nuovi casi allora la partita del 2 marzo sarebbe automaticamente a rischio, soprattutto se i casi dovessero raggiungere le 10 unità (eventualità che permetterebbe direttamente al Torino di chiedere il rinvio).

14.31 - Ufficiale: Torino-Sassuolo rinviata dalla Lega. Il recupero si giocherà il 17 marzo - La notizia era nell'aria già da qualche ora, ora c'è anche l'ufficialità da parte della Lega Serie A. La partita Torino-Sassuolo in programma domani sera, venerdì 26 febbraio, è stata rinviata. Nel comunicato è indicata anche la nuova data, che sarà mercoledì 17 marzo 2021 alle ore 15.00. La decisione, ricordiamo, ha alle spalle le indicazioni della Asl di Torino dopo le tante positività al Covid-19 emerse all'interno del gruppo squadra del Torino. Questo il testo del comunicato: "Il Presidente della Lega Nazionale Professionisti Serie A dispone il rinvio a mercoledì 17 marzo 2021, con inizio alle ore 15.00, della gara Torino-Sassuolo, programmata per venerdì 26 febbraio 2021 alle ore 20.45 e valida per la 5^ giornata di ritorno del Campionato di Serie A Tim".

13.14 - Torino, Baselli conferma la positività al Covid-19: "Sto bene, sono in quarantena" Il centrocampista del Torino Daniele Baselli, tramite Instagram, ha confermato la propria positività al Covid-19 dopo i test effettuati nelle scorse ore: "Sono positivo al Covid. Sto bene, ho iniziato il periodo di quarantena a casa. Grazie per il vostro affetto", ha scritto il classe '92 che fa parte del gruppo di 7 giocatori risultati positivi nei giorni scorsi. Ricordiamo che nelle prossime ore è atteso il comunicato della Lega che dovrebbe ufficializzare il rinvio della sfida fra Torino e Sassuolo in programma domani sera.

11.29 - L'Inter comunica: Marotta, Ausilio, altri 2 dirigenti e un membro dello staff tecnico positivi al Covid - Il Covid-19 torna a spaventare l'Inter. Ecco la nota ufficiale del club nerazzurro in cui si rendono noti i nomi risultati positivi dopo gli ultimi tamponi effettuati: "FC Internazionale Milano - in seguito ai test effettuati - comunica che sono risultati positivi al Covid-19: i due Amministratori Delegati, Alessandro Antonello e Giuseppe Marotta, il Direttore Sportivo Piero Ausilio, il legale del Club Angelo Capellini e un membro dello staff tecnico. Tutti i dirigenti e l'intero gruppo squadra seguiranno le procedure previste dal protocollo sanitario".

10.48 - Il direttore dell'Asl di Torino: "Requisiti di sicurezza necessari per autorizzare le partite" - Carlo Picco, direttore generale dell'Asl Città di Torino, ha parlato alla Gazzetta dello Sport dei tanti casi di Covid riscontrati all'interno del gruppo squadra granata e di come verranno prese le decisioni in vista delle sfide contro Sassuolo e Lazio: "La tensione è altissima - ammette il medico - Ci devono essere i requisiti di sicurezza per autorizzare il viaggio a Roma, soprattutto in relazione alla maggiore contagiosità che le varianti rappresentano e che può costituire un elemento di criticità importante".

09.29 - Torino-Sassuolo, si va verso il rinvio: il recupero dovrebbe essere fissato il 17 marzo - Secondo La Stampa non ci sono dubbi sul rinvio di Torino-Sassuolo che avrebbe dovuto disputarsi domani alle 20.45. La Asl di Torino oggi ufficializzerà questa decisione, presa a causa soprattutto della paura di una diffusione sempre più ampia della variante inglese del Coronavirus. La gara probabilmente verrà disputata il prossimo 17 marzo e non il 10, data che metterebbe d'accordo entrambi i club. A rischio anche la sfida con la Lazio di martedì prossimo, anche se questa è legata ai tamponi i cui risultati verranno resi noti oggi. Se non ci dovessero essere nuovi casi, la Asl potrebbe allentare la presa e permettere alla squadra di tornare ad allenarsi, aprendo un piccolo spiraglio per la sfida dell'Olimpico. Se invece dovesse saltare anche quella partita, ecco che la data utile per il recupero verrebbe programmato per aprile vista la probabile eliminazione degli uomini di Inzaghi dopo il 4-1 subito in Champions contro il Bayern.

GIOVEDÌ 25 FEBBRAIO

21.20 - Condò: "Assembramenti fuori dagli stadi iniziano a diventare un problema - Ai microfoni di Sky Sport, Paolo Condò ha commentato gli assembramenti fuori dal Gewiss Stadium prima della sfida tra Atalanta e Real Madrid: "Sta diventando un problema, non solo in Italia. Lo abbiamo visto prima del derby. Capisco la motivazione di stare vicino alla squadra, i tifosi non ne possono più, come non ne possiamo più noi di non andare più allo stadio, ma sono cose da non fare. Siamo borderline per uscire dal tunnel con i vaccini e la terza ondata che si sta scatenando. dobbiamo ricordare ai giovani tifosi che il Covid ha colpito genitori e nonni, proprio a Bergamo".

19.44 - Napoli, tutti i tamponi negativi - Come comunicato dal Napoli sul proprio profilo Twitter, tutti i tamponi effettuati dal gruppo squadra questa mattina sono risultati negativi.



18.45 - I dati sui vaccini somministrati fino alle 17 di oggi - Alle 17 di oggi in Italia sono 3.754.463 i vaccini somministrati, di cui prime dosi: 2.408.624 e seconde dosi: 1.345.839. Variazione dosi totali rispetto alle 17 di ieri: +106.812. Media settimanale delle somministrazioni giornaliere: 86.803.

17.40 - I dati del bollettino odierno: crescono ancora i casi - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 340.247 tamponi e individuati 16.424 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 389.433, 1.485 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 318 persone affette da Coronavirus per un totale di 96.666 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 389.433 (+1.485)
Deceduti: 96.666 (+318)
Dimessi/Guariti: 2.362.465 (+14.599)
Ricoverati: 20.374 (-67) di cui in Terapia Intensiva: 2.157 (+11)
Tamponi: 38.873.708 (+340.247)
Totale casi: 2.848.564 (+16.424, +0,58%)


15.20 - Speranza: "Nuovo Dpcm dal 6 marzo al 6 aprile, include Pasqua" - Il prossimo Dpcm "varrà dal 6 marzo al 6 aprile". Lo ha annunciato al Senato il ministro della Salute Roberto Speranza, durante l'informativa sull'emergenza coronavirus. Il Dpcm includerà, dunque, la festività di Pasqua del 5 aprile. La "bussola del nuovo decreto - ha affermato ancora il ministro - sarà la salvaguardia del diritto alla salute".

15.15 - Torino, i giocatori positivi al Covid-19 sono 7: annullata anche la seduta odierna. Il comunicato - Arriva la nota ufficiale del Torino in merito alla situazione dei giocatori positivi al Covid-19 della rosa granata: "Il Torino Football Club comunica che dall'analisi del tampone molecolare svolto ieri sera è emersa un'ulteriore positività al Covid-19. Anche oggi la squadra, su disposizione dell'Autorità sanitaria locale competente, non sosterrà alcuna sessione di allenamento". Confermato dunque il numero di sette giocatori attualmente positivi, in attesa di decisioni da parte della Asl di Torino in merito all'eventualità del rinvio della prossima gara contro il Sassuolo (in programma venerdì).

14.46 - Salta Torino-Sassuolo? L'Asl di Torino conferma: "Possibile, entro domani la decisione" - La gara Torino-Sassuolo può saltare. La conferma arriva direttamente da Carlo Picco, direttore della ASL di Torino, che a Radio Punto Nuovo ha spiegato ad oggi la situazione legata al cluster in casa granata: "Ci comportiamo a seconda delle fasi epidemiche che affrontiamo. C'è il tema della variante inglese che sta circolando molto e che ci ha portato anche a delle mini zone rosse anche in Piemonte e pertanto la tensione è altissima. Di fronte ad un cluster con suggestioni importanti di variante inglese come nel Torino, con diffusione sia tra i calciatori sia tra le persone a loro vicine ci ha fatto riflettere su questa tematica. Torino che non giocherà? Si stanno facendo accertamenti e tamponi giorno per giorno per capire se si è contenuta la diffusione. Non c'è una parola definitiva su questo tema: ad oggi siamo in allerta per la partita con il Sassuolo e c'è la possibilità che non si giochi. Se non ci fosse stata la variante inglese allora non avremmo preso questa posizione. Il Torino rischia di fermarsi una partita: entro domani sarà presa una decisione".

11.40 - Focolaio in casa Torino, due gare a rischio rinvio e le differenze col precedente Juventus-Napoli - In attesa di una comunicazione ufficiale, sembra scontato che la gara fra Torino e Sassuolo, in programma venerdì sera alle 20.45 allo stadio Olimpico Grande Torino, sarà rinviata su disposizione dell'Asl. Ma non solo. Il cluster riscontrato in casa granata mette a rischio anche la successiva sfida di campionato con la Lazio, in programma martedì 2 all'Olimpico di Roma. Nel Torino i positivi fra giocatori e staff sono già 8, con uno ancora in dubbio, e in qualche giocatore è stata riscontrata anche la variante inglese. Un numero che potrebbe aumentare dopo l'esito dei tamponi a cui il gruppo squadra si è sottoposto ieri sera. (Clicca qui per leggere la news completa)

MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO

22.34 - Palestre e piscine ancora chiuse: la raccomandazione del CTS - Il Comitato Tecnico Scientifico non nasconde la sua preoccupazione per il rialzo dei contagi e secondo quanto riferito da Repubblica, avrebbe consigliato al premier Mario Draghi di mantenere la linea della prudenza: di conseguenza no alla riapertura di piscine e palestre, neanche per corsi individuali o per terapie riabilitative, no all'apertura di sale gioco e sale bingo e ai corsi pomeridiani per bambini. Per il CTS, l'impianto del DPCM in scadenza è dunque da riconfermare in toto.

21.09 - Copa America, solo 10 Nazionali al via - Secondo quanto riportato da Sportmediaset Australia e Qatar avrebbero deciso di rinunciare alla loro partecipazione alla prossima Copa America che si svolgerà a giugno in Colombia e Argentina. Le due federazioni hanno informato la Conmebol che a causa delle restrizioni a viaggi e spostamenti dovute alla pandemia e all’affollamento del calendario calcistico sono costrette a rinunciare all’invita. La Copa America si giocherà quindi con le sole dieci nazionali sudamericane che saranno divise in due gironi da cinque, che si giocheranno nei due paesi ospitanti, per poi andare avanti con la fase a eliminazione diretta.

20.04 - UEFA, il Covid-19 fa saltare altri due tornei. Cancellati gli Europei U19 maschili e femminili - La UEFA con una nota sul proprio sito ha annunciato la cancellazione degli Europei Under 19 maschili e femminili a causa delle difficoltà organizzative legate alla pandemia Covid-19

19.02 - Repubblica - Torino-Sassuolo verrà rinviata: ecco i 4 nuovi positivi. A rischio anche Lazio-Torino - Secondo Repubblica, non ci sono dubbi sul fatto che Torino-Sassuolo, sfida valida per la 24esima giornata di Serie A e in programma per venerdì sera, verrà rinviata su disposizione dell'Asl. Ai tre positivi che già non hanno preso parte alla trasferta di Cagliari gli esami svolti ieri, e i cui risultati sono arrivati questa mattina, ne hanno aggiunti altri 4: Belotti, Singo, Bremer e Baselli. L'Asl di Torino ha già imposto di annullare l'allenamento di quest'oggi, con i tesserati granata che questo pomeriggio hanno svolto nuovi test i cui risultati sono attesi tra stasera e domani. Ed è intenzionata ad annullare il prossimo match di campionato. Non solo: a rischio anche la sfida Lazio-Torino di martedì prossimo.

17.35 - Protezione Civile, il bollettino: 13.314 nuovi contagiati (+45 positivi rispetto a ieri). 356 morti in 24h - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 303.850 tamponi e individuati 13.314 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 387.948, 45 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 356 persone affette da Coronavirus per un totale di 96.348 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 387.948
Deceduti: 96.348 (+356)
Dimessi/Guariti: 2.347.866 (+12.898)
Ricoverati: 20.441 (+168) di cui in Terapia Intensiva: 2.146 (+28)
Tamponi: 38.533.461 (+303.850)
Totale casi: 2.832.162 (+13.314, +0,47%)

16.10 - Torino-Sassuolo a rischio rinvio? Dall'ASL lo stop all'allenamento di oggi dei granata: il punto - La 24esima giornata di Serie A rischia di cominciare senza l'anticipo del venerdì sera Torino-Sassuolo. Questo perché oggi il Torino, squadra che già contro il Cagliari ha dovuto fare a meno di tre calciatori positivi al Covid-19, nell'ultimo giro di tamponi ha riscontrato nuovi positivi che hanno mandato in pre-allarme l'Asl di Torino. Per questo motivo, è stato comunicato al club granata di non effettuare l'allenamento l'allenamento di oggi in attesa di un nuovo giro di tamponi, che ci sarà questo pomeriggio e i cui risultati arriveranno tra stasera e domattina. (Clicca qui per leggere la news completa)

12.50 - Possibili nuovi casi al Torino: sospeso l'allenamento - Dopo i tre casi di positività al Covid-19 comunicati la scorsa settimana, in casa Torino potrebbero emergerne altri, nel corso delle prossime ore e dopo ulteriori test. Per questo, come comunicato dal club granata, è stato sospeso l'allenamento di oggi in attesa di altri controlli: "In relazione alla situazione contingente, relativa a ulteriori casi di positività al Covid 19, non ancora stabilizzata e in evoluzione, su indicazione dell’Autorità sanitaria locale competente il Torino Football Club comunica che l’allenamento odierno è sospeso in attesa di ulteriori controlli".

10.58 - Morto Fausto Gresini - È morto a 60 anni Fausto Gresini. L'annuncio è arrivato direttamente dal Team, che ha commentato: "Ci lascia dopo due mesi di lotta. Ciao Fausto".

23.33 - Florentino Perez non è più positivo al coronavirus. Il presidente del Real non sarà a Bergamo - Il Real Madrid, attraverso un comunicato ufficiale, ha annunciato che il presidente Florentino Pérez è risultato negativo al coronavirus nei due test PCR a cui è stato sottoposto nelle ultime 48 ore. Pérez comunque non si recherà a Bergamo per la partita di Champions League contro l'Atalanta, ma domani saluterà tutti i membri della prima squadra prima della partenza per l'Italia.

21.59 - Inghilterra, Johnson annuncia 4 step per uscire dalla pandemia: dal 17/05 riaprono gli stadi - Il premier inglese Boris Johnson ha presentato una Road Map per uscire dal lockdown e dal regime di restrizioni vigenti per tornare alle normali attività nonostante il perdurare della pandemia Covid-19. (Clicca qui per leggere la news completa)

17.56 - Protezione Civile, il bollettino: 9.630 nuovi contagiati (-992 positivi rispetto a ieri). 274 morti in 24h - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 170.672 tamponi e individuati 9.630 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 387.903, 992 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 274 persone affette da Coronavirus per un totale di 96.992 decessi dall'inizio dell'epidemia.

• Attualmente positivi: 387.903 (-992)
• Deceduti: 95.992 (+274)
• Dimessi/Guariti: 2.334.968 (+10.335)
• Ricoverati: 20.273 (+375)
• di cui in Terapia Intensiva: 2.118 (+24)
• Tamponi: 38.229.611 (+170.672)
Totale casi: 2.818.863 (+9.630, +0,34%)

14.20 - Primo decreto del governo Draghi - Fino al 27 marzo 2021 sull’intero territorio nazionale è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome. È l’effetto della proroga del decreto legge sugli spostamenti, che scade il 25 febbraio.

Restano le deroghe. Ci si può spostare oltre i confini regionali (con autocertificazione) per comprovate esigenze lavorative, o situazioni di necessità, ovvero per motivi di salute. È sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

Fino al 5 marzo è in vigore il Dpcm che consente, in ambito regionale nelle regioni gialle e comunale in quelle arancioni, lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una sola volta al giorno e rispettando il coprifuoco dalle 22 alle 5. La deroga permette a due persone di andare in visita ad amici e parenti, insieme a minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi. La novità importante è chela deroga non è più prevista nelle regioni rosse, dove non sarà possibile andare a trovare amici e parenti.

11.00 - Spostamenti tra Regioni vietati per altri 30 giorni. Via al consiglio dei ministri - La lotta al Covid e la campagna vaccinale, ma anche la squadra di governo. Sono questi gli impegni che attendono Mario Draghi da oggi. Alle 10 è cominciata a Palazzo Chigi la riunione del primo consiglio dei ministri operativo durante il quale il nuovo governo varerà un decreto legge che proroga di 30 giorni il divieto di spostamento tra Regioni e indica nuove regole, tra cui la rapidità dei ristori. Regioni e governo ieri sera hanno discusso delle nuove misure che dovrebbero entrare in vigore dal 25 febbraio e hanno consegnato alla ministra per gli Affari regionali Mariastella Gelmini un documento con una serie di richieste e proposte. Fra cui, appunto, i ristori contestuali alle chiusure, la revisione dei parametri che determinano la divisione in fasce colorate, indicazioni chiare dal Cts (e che parli con una "voce unica"), l'ampliamento della cabina di regia sulla pandemia ai ministeri economici e un'accelerazione sui vaccini. Dai sindaci arriva intanto un nuovo appello a tenere aperti i ristoranti anche la sera.
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000