Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / perugia / News
La presunta gaffe dell'Università per Stranieri di Perugia: sbaglia l'indirizzo nell'invitare un candidato sindaco!
domenica 9 giugno 2024, 12:30News
di Redazione Perugia24.net
per Perugia24.net

La presunta gaffe dell'Università per Stranieri di Perugia: sbaglia l'indirizzo nell'invitare un candidato sindaco!

Questa la nota di Davide Baiocco dopo il mancato invito da parte dell'Università per Stranieri di Perugia. "Abbiamo appreso dai giornali dell’iniziativa promossa dal Magnifico Rettore dell’Università per Stranieri di Perugia, Valerio De Cesaris, a piantumare simbolicamente alcuni alberi presso il campus dell’Ateneo ed alla quale hanno partecipato gli altri quattro miei colleghi candidati a Sindaco di Perugia. Sono dispiaciuto di non esserci stato, quelli dell’ambiente e della sostenibilità sono punti molto importanti del nostro programma. Avrei certamente partecipato peccato, però, che non ho ricevuto alcun invito ufficiale.

Dopo aver chiesto spiegazioni ho appreso con profondo rammarico che l’invito è stato inviato ad un indirizzo sbagliato. Ancora più triste è che nessuno degli organizzatori si sia preoccupato di chiedersi come mai non fosse pervenuta, da parte mia, alcuna risposta in merito. Cosa piuttosto sorprendente dal momento che i miei contatti e gli indirizzi sono facilmente reperibili sia sui social sia sul web. Ritengo doveroso ricevere delle scuse pubbliche dall'Università per questo disguido, importanti non tanto per me quanto per il rispetto della democrazia in città."