Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / pordenone / Serie C
Mantova, Mensah: "Un rimpianto non aver incontrato prima Possanzini. Mi ha cambiato"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
venerdì 12 aprile 2024, 16:49Serie C
di Tommaso Maschio

Mantova, Mensah: "Un rimpianto non aver incontrato prima Possanzini. Mi ha cambiato"

Con un altro allenatore saremmo arrivati forse quarti o quinti. Possanzini ha fatto una differenza clamorosa. Ho un rimpianto nella mia vita, non averlo conosciuto prima”. Parole e musica di Davis Mensah esterno offensivo del Mantova rinato in questa stagione e protagonista con cinque reti e sette assist in 35 presenze dalla promozione in Serie B: “ Il Mister è allucinante, sai già cosa devi fare in campo e negli allenamenti. Vado al campo agli allenamenti felice e questa cosa è importante. Se un giocatore va ad allenarsi con lui non vedi l’ora che inizi. - spiega il classe ‘91 ai microfoni di Pianetaserieb.it - Possanzini è allucinante, non riesco a trovare le parole. Io sono stato un altro giocatore grazie a lui, mi ha preso da parte, mi ha consigliato. A livello umano ti dice le cose come stanno. All’inizio non giocavo, ma sono stato là ad ascoltarlo e consigli così sono utili. Uno che non gioca si diverte lo stesso con lui”.

Spazio poi al cammino verso la Serie B: “Sono del ‘91 e ho visto tante cose in carriera, ma dopo le prime amichevoli in precampionato ho detto che avremmo vinto il campionato. Avevo questa sensazione e poi il mister dopo la sconfitta con la Triestina ci disse che avremmo vinto. - continua ancora Mensah – Dopo il successo contro il Vicenza invece tutta la squadra ha capito di poter fare l’impresa”.


Spazio poi al futuro: “Col Pordenone in Serie B andò male, ma non do le colpe a nessuno se non a me stesso. Probabilmente non ero pronto per quella categoria. Non so se sarò protagonista con questa maglia, ma se mi daranno l’occasione mi impegnerò al massimo per far capire alla gente che in Serie B posso starci. Spero di poter avere l’occasione di potermi rifare anche a 33 anni. - conclude Mensah - Non so come saremo in Serie B, sicuramente qualcuno e qualcosa cambierà, ma se terremo questo gioco potremo dire la nostra. Non mi sento di dire o fare promesse perché sono campionati diversi. Posso dire che però in Serie B vai su campi belli dove puoi giocare il calcio di Possanzini”.