Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / pordenone / In Copertina
Pordenone Calcio: rapporti con i tecnici
giovedì 19 maggio 2022, 10:14In Copertina
di Redazione TuttoPordenone
per Tuttopordenone.com
fonte Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa

Pordenone Calcio: rapporti con i tecnici

In attesa di veder finalizzata la trattativa che, salvo imprevisti dell’ultima ora, porterà Mimmo Di Carlo sulla panca neroverde i ramarri continuano ad allenarsi al De Marchi anche se la loro stagione è già in pratica conclusa da un mese con la retrocessione in serie C. Stagione difficile caratterizzata dall’alternarsi di ben tre allenatori alla conduzione tecnica del gruppo allestito durante la campagna acquisti-cessioni della scorsa estate e rivoluzionato durante la finestra di mercato dello scorso gennaio. Difficile pensare che né Paci, né Rastelli, nè Tedino siano riusciti a far raggiungere al gruppo a loro disposizione un rendimento consono alle effettive potenzialità dei giocatori che si sono alternati al De Marchi.

Come spesso succede ovunque e in particolare proprio a Pordenone hanno finito per pagare gli errori di tutti. A parlare dei rapporti fra la stanza dei bottoni neroverde e i tecnici è stato Maurizio Domizzi che tutto sommato era riuscito a portare i ramarri alla salvezza la scorsa stagione dopo l’esonero di Attilio Tesser. Impresa che non gli è valsa la riconoscenza della dirigenza naoniana che non l’ha riconfermato. Parlando della retrocessione della sua ex squadra Domizzi ha detto:

"I tre anni fatti in B dal club del presidente Lovisa – parole riportate da Tuttomercatoweb - rimangono, a mio avviso, comunque ottimi, a prescindere dalla retrocessione arrivata nelle ultime settimane. Dopo la mia mancata conferma, però – ha concluso -, credo ci sia stata una gestione discontinua e un po' umorale che ha portato al mancato raggiungimento della salvezza".

Ben altro trattamento avrebbe meritato anche Bruno Tedino che sta continuando ad allenare i ramarri al De Marchi pur sapendo di essere già stato tagliato per far posto appunto a Mimmo Di Carlo. Ad apprezzare il lavoro che normalmente svolge il tecnico di Corva è l’Associazione Italiana Allenatori Calcio. L’ulteriore conferma è arrivata dalla convocazione che gli è stata fatta pervenire per la conferenza sportiva che si terrà martedì prossimo a Fossalta di Portogruaro presso l’auditorium della scuola media statale Don Agostino Toniatti. Tedino sarà il relatore del tema della serata “La settimana di preparazione alla partita”.

Non è la prima volta che l’AIAC reagisce alle decisioni della stanza dei bottoni neroverde relative ai tecnici. Era intervenuta addirittura con una nota ufficiale dopo il siluramento di Rastelli sottolineando che l’esonero dei tecnici è una legittima facoltà delle società e fa parte della vita di un allenatore, ma che tale facoltà deve essere esercitata nel reciproco rispetto e non deve mai decadere in un’ingiustificata lesione della dignità del lavoratore con esternazioni pubbliche che svalutano l’operato di coloro che in precedenza erano stati selezionati proprio per la bravura e la competenza maturata nel corso della loro meritevole carriera professionale.