Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / potenza / Primo Piano
Potenza, mister Raffaele: "L'obiettivo principale è (quasi) raggiunto, ora può venire il bello"
sabato 25 marzo 2023, 23:09Primo Piano
di Redazione 3 TuttoPotenza
per Tuttopotenza.com
fonte Potenza Calcio

Potenza, mister Raffaele: "L'obiettivo principale è (quasi) raggiunto, ora può venire il bello"

Vittoria roboante del Potenza in una delle partite più sentite dalla tifoseria rossoblu, manita alla Juve Stabia con una ottima prestazione e con 5 giocatori a segno dei quali ben 3 sono stati Under. Questo vuol dire che la politica societaria del Potenza sta iniziando a dare i suoi frutti ed oggi la città si trova calcisticamente addirittura all'ottavo posto in classifica, seppur provvisoria perché domani si chiuderà la giornata, ma in un campionato così difficile era impensabile qualche mese fa. Mister Giuseppe Raffaele analizza la gara con le Vespe nel comfort dell'Area Relax del Viviani.

Capitolo salvezza e ambizioni. "Dobbiamo ambire a fare questo tipo di prestazioni da qua alla fine, questo è l’obiettivo che abbiamo poi, dobbiamo continuare a lavorare a migliorare su alcuni aspetti ma sicuramente la squadra sta disputando un girone di ritorno veramente ad alti livelli. Abbiamo avuto questo passaggio più episodico che altro domenica scorsa con il Messina e oggi la squadra ha risposto con grandissima personalità e grandissima voglia e unità. Secondo me è stata una partita disputata molto bene dal punto di vista tecnico tattico e individuale, tutti i ragazzi si sono espressi a livelli importanti".

La compattezza della squadra. "Poteva essere in questo momento del campionato una brutta botta perché quando hai in pugno la partita sul due a zero avevamo creato un altro paio di occasioni per chiuderla col tre a zero, c’è stato annullato il gol del tre a zero, poi sull’ultima azione, il calcio d’angolo, da palla inattiva abbiamo preso il due a uno che ci poteva mettere in difficoltà invece, siamo rientrati con grande maturità, con grande personalità e abbiamo disputato un secondo tempo straordinario quindi, complimenti ai ragazzi, complimenti per tutto il percorso e sono orgoglioso di allenare questi ragazzi perché dal primo giorno che sono arrivato ho visto in loro la voglia, la determinazione per portare il risultato, l’obiettivo lo abbiamo raggiunto, anche se ancora non matematicamente, ma credo che ci siamo dal punto di vista di quello che era l’obiettivo iniziale la società: valorizzare i giovani e anche oggi abbiamo giocato con 5 under e 3 sono andati in rete Volpe, Talia e Verrengia questo significa che è stato fatto un lavoro importante da parte dello staff, del direttore, da parte di tutti e che i ragazzi, oltre che di valore, sono in grande crescita e poi l’obiettivo principale che era quello di salvarci senza affanni e diciamo che un mese e mezzo fa lo vedevamo ma anche adesso quando io ho detto che la quota salvezza è abbastanza alta quest’anno perché anche i risultati prima della nostra partita indicano quello. Adesso manteniamo i piedi a terra perché è giusto farlo, continuiamo con questa mentalità, questo è l’indirizzo che voglio dalla squadra e proviamo a regalarci una soddisfazione grossissima, a noi, all’ambiente e alla società per poter fare queste quattro partite bene e poter centrare adesso quello che è il nostro secondo obiettivo. Quindi, speriamo ripeto di continuare così e di non avere nessun tipo di calo perché adesso può venire il bello".

L'esordio shock per Walter Novellino: "Juve Stabia sottotono e messa sotto dal Potenza? No, assolutamente non me l’aspettavo perché col cambio di allenatore e sapendo che arrivava un allenatore molto esperto che sa toccare subito le corde, con la sua esperienza, di una squadra forte se la prendiamo uomo per uomo, perché è una squadra che fino a 10 giornate fa stava fra il quarto, quinto e sesto posto e quindi mi aspettavo una partita veramente difficile per noi anche perché nel nostro momento migliore di questo campionato domenica scorsa in maniera un po' inopinata abbiamo perso una partita. Però la squadra è entrata dall’inizio fortissima e anzi credo che abbiamo fatto, fino all’espulsione, la migliore parte del primo tempo. Dopo l’espulsione abbiamo pensato un attimino più a gestire che andare ancora dentro e come succede il Dio del calcio poi ti punisce su una palla inattiva. Quello ho chiesto all’intervallo ai ragazzi è stato di riprendere con quella verve che avevamo e penso che siamo stati perfetti da questo punto di vista".