Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / potenza / Primo Piano
Il calcioscommesse scuote il Benevento, perquisizione a casa di Pastina, indagato insieme a Coda, Letizia e Forte
venerdì 1 dicembre 2023, 09:17Primo Piano
di Redazione
per Tuttopotenza.com
fonte calciobenevento.it

Il calcioscommesse scuote il Benevento, perquisizione a casa di Pastina, indagato insieme a Coda, Letizia e Forte

Il calcioscommesse torna a scuotere il Benevento, curiosamente mentre si avvicina il derby con la Juve Stabia, come accadde nel 2011 con l’arresto di Marco Paoloni. Stavolta, secondo quanto riferisce l’edizione odierna de Il Mattino, la Guardia di Finanza è andata a bussare all’abitazione di Christian Pastina, al quale sarebbero stati sequestrati i device nella sua disponibilità. Insieme al difensore giallorosso sarebbero indagati anche Massimo Coda, ora alla Cremonese; Francesco Forte, attualmente al Cosenza; Gaetano Letizia, in prestito alla Feralpi Salò, ma di proprietà del Benevento.

Sempre secondo quanto riferisce il quotidiano, i quattro avrebbero ricevuto un avviso di garanzia per violazione dell’articolo 4 della legge 401 del 1989 che norma l’esercizio abusivo di attività di giuoco o di scommessa. Coinvolte nelle indagini altre due persone che non sarebbero calciatori. Pastina avrebbe negato ogni coinvolgimento e dichiarato ai militari che il conto gioco a lui riferibile era in realtà nella disponibilità dell’ex compagno Letizia.

Bocche cucite in casa Benevento, ma la dirigenza è delusa e amareggiata per quanto accaduto. Il club giallorosso starebbe seguendo il corso degli eventi da diretto interessato, cercando di capire come muoversi per tutelare la propria onorabilità. Nessuno della società era conoscenza del fatto che i propri calciatori effettuavano puntate su siti di scommesse sportive. I fatti risalgono allo scorso, quando il Benevento è arrivato ultimo nel torneo di B ed è retrocesso in C.