HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » roma » Editoriale
Cerca
Sondaggio TMW
Qual è il colpo dell'estate 2019?
  Luis Muriel all'Atalanta
  Gary Medel al Bologna
  Mario Balotelli al Brescia
  Radja Nainggolan al Cagliari
  Franck Ribery alla Fiorentina
  Lasse Schone al Genoa
  Mariusz Stepinski all'Hellas Verona
  Romelu Lukaku all'Inter
  Alexis Sanchez all'Inter
  Matthijs De Ligt alla Juventus
  Aaron Ramsey alla Juventus
  Manuel Lazzari alla Lazio
  El Khouma Babacar al Lecce
  Ante Rebic al Milan
  Hirving Lozano al Napoli
  Matteo Darmian al Parma
  Henrikh Mkhitaryan alla Roma
  Emiliano Rigoni alla Sampdoria
  Francesco Caputo al Sassuolo
  Federico Di Francesco alla SPAL
  Simone Verdi al Torino
  Ilija Nestorovski all'Udinese

Un clamoroso autogol

18.05.2019 16:45 di Alessandro Carducci    per vocegiallorossa.it   articolo letto 2407 volte
Fonte: L'editoriale di Alessandro Carducci

Sono giorni caldi in casa Roma. Caldissimi, quasi roventi al contrario delle temperature. Nella Capitale regna talmente tanto il caos che se domani la Roma si svegliasse magicamente quarta in classifica non se ne accorgerebbe nessuno. O se domani arrivassero Petrachi e Gasperini a Fiumicino potrebbero passeggiare serenamente per tutto l’aeroporto nell’indifferenza generale.
Tutto il mondo giallorosso è stato fagocitato dalla questione De Rossi in un crescendo rossiniano ma anche kafkiano. Al crescere della tensione cresce anche l’assurdità della vicenda: audio privati che spuntano ovunque, smentite ufficiose, silenzi ufficiali, la difficoltà del CEO Fienga in conferenza stampa e lo tsunami di critiche che, in queste ore, si sta abbattendo con una violenza inaudita su quel che resta dell’immagine della società. L’immagine, da fuori, è quella di un déjà-vu del 26 maggio 2013, quando la Lazio vinse la Coppa Italia. L’aria che si respira è molto simile e, neanche a farlo a posta, il 26 maggio sarà anche la data dell’ultima gara di Daniele De Rossi.
Al di là delle considerazioni fisiche (tecnicamente il giocatore è ancora valido), la gestione della vicenda è stata tremendamente deficitaria e ora la società si è esposta a qualsiasi tipo di contropiede, a qualsiasi obiezione e polemica, tra l’altro al termine di una stagione fallimentare, qualora non dovesse arrivare un insperato quarto posto.
Chiunque sarà incaricato di ricostruire la squadra avrà un piccolo bonus legato al fatto di essere estraneo a tutto questo caos ma dovrà muoversi in una palude di tensione ed esasperazione. E la sensazione è che la vicenda De Rossi lascerà una lunga scia di veleno e dovrà essere bravissima la società a fare in modo che questo veleno non inquini totalmente l’ambiente, più di quanto già abbia fatto.


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Roma

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510