Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / roma / Editoriale
Quando tutto poteva andare per il meglio è andato tutto male e la colpa è solo della RomaTUTTO mercato WEB
venerdì 1 dicembre 2023, 18:30Editoriale
di Luca d'Alessandro
per Vocegiallorossa.it
fonte L'editoriale di Luca d'Alessandro

Quando tutto poteva andare per il meglio è andato tutto male e la colpa è solo della Roma

Niente, la Roma non ce la fa a superare il mal di trasferta e non va oltre uno striminzito 1-1 a Ginevra contro il Servette. Come se non bastasse, la vittoria dello Slavia Praga rende quasi certa la qualificazione come prima del girone dei cechi e condanna la Roma ai playoff. Eppure i giallorossi hanno sprecato tante, troppe, occasioni per presentarsi all'ultima gara ancora in piena corsa, anzi ricucendo il gap in termini di gol con lo Slavia. Tra l'altro, per buona parte della partita, la Roma è stata prima nel girone, sia sull'1-0, col pareggio dello Sheriff, sia sull'1-1, quando la squadra di Tiraspol era passata addirittura in vantaggio. Quando tutto poteva andare per il meglio e sembrava apparecchiato per la Roma, alla fine è andato tutto male.

La colpa ovviamente è della squadra e di come ha affrontato in maniera superficiale, ancora una volta, perché lo scempio di Praga non era bastato, la partita. In più, se anche Dybala poi ha sul sinistro due grandi occasioni, e le spreca entrambe, diventa tutto più complicato. Mourinho è stato duro coi suoi a fine gara, accusandoli di superficialità, continuando un trend polemico verso una squadra a cui anche a Ginevra son mancati i dolci della nonna. Inutile fare i nomi, perché tutti hanno gli occhi per vedere come siano sempre gli stessi a tirare la carretta e sempre gli stessi ad approcciare in maniera svogliata al match. 

Sempre gli stessi, in termine numerico è l'altro problema e l'altra sconfitta che la Roma si porta a casa con questo pareggio. Già perché con la qualificazione in bilico Mourinho è stato costretto a tenere in campo i titolari, compromettendo già la prossima gara contro il Sassuolo. Inutile chiedere al miracolo, anche se la matematica non condanna ancora la Roma (LEGGI LA ROMA ARRIVA PRIMA SE...). Meglio iniziare a rimboccarsi le maniche e pensare che, a una stagione già ricca di impegni, i giallorossi ne hanno aggiunto un altro, nella speranza che possa andare come nella passata stagione.