Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / roma / Interviste
Tiago Pinto: "Questa sera vogliamo vincere. Mou non voleva offendere nessuno, è stato un malinteso. Il mister e la società sono uniti nel voler rispettare tutti"TUTTO mercato WEB
domenica 10 dicembre 2023, 20:32Interviste
di Emiliano Tomasini
per Vocegiallorossa.it

Tiago Pinto: "Questa sera vogliamo vincere. Mou non voleva offendere nessuno, è stato un malinteso. Il mister e la società sono uniti nel voler rispettare tutti"

Nel pre partita di Roma-Fiorentina ha parlato il dirigente giallorosso Tiago Pinto.

Tiago Pinto a DAZN

Siete soddisfatti con questo inizio di stagione?
“Saremo soddisfatti se dopo la gara avremo i tre punti. Per fare bilanci è presto. Oggi giochiamo contro una grande squadra, negli ultimi anni le partite tra Roma e Fiorentina sono state sempre interessanti. Oggi giochiamo in casa con i nostri tifosi e vogliamo vincere”.

La giustizia sportiva?
“La giustizia sportiva sta in buone mani. Il procuratore ha sempre dimostrato che non guarda in faccia nessuno e fa quello che è meglio per il calcio. Noi siamo andati lì e abbiamo avuto un confronto importante dove Mourinho e la società hanno fatto vedere che noi stiamo avendo il giusto atteggiamento e stiamo cercando di essere un esempio. Il mister ha elogiato più volte gli arbitri in questa stagione, c’è stato solo un malinteso tra le sue parole. Non ha voluto offendere nessuno. L’importante è che il mister e la società siano uniti, stiamo facendo il meglio per rispettare tutti quanti, soprattutto gli arbitri”.

Quando società e allenatore si incontreranno per il futuro?
“In questo momento il dirigente è contento per questa domanda perché sono scaramantico e ogni volta che vengo qui mi fate questa domanda. L’avete fatta anche ieri a lui e lui ha risposto. Oggi dobbiamo pensare alla partita”.