HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » roma » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Eriksen è il giocatore che serve all'Inter per lottare per lo Scudetto?
  Sì, ha l'esperienza ad alto livello che manca a Conte
  No, la Juve rimane troppo distante dalla squadra di Conte
  No, servirebbe un giocatore come Vidal per aiutare Conte

Roma, cento di questi Smalling e il futuro è ancora un'incognita

08.12.2019 07:00 di Dario Marchetti    articolo letto 2344 volte
Roma, cento di questi Smalling e il futuro è ancora un'incognita
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Cento giorni, tanto è bastato a Smalling per far cambiare idea allo United, riavvicinarsi alla Nazionale e convincere la Roma a trattenerlo. Era il 29 agosto quando sbarcava a Fiumicino dopo una trattativa lampo tra Petrachi e i Red Devils. L’inglese arriva con un prestito oneroso di 3 milioni, ma senza diritto o obbligo di riscatto. Si presenta a Trigoria da terza scelta dopo i “no” di Alderweireld e Rugani, con l’etichetta di chi deve rilanciarsi dopo un paio di stagioni in chiaro scuro, quasi cancellando i dieci anni passati a Manchester.
NUMERI - L’avvio non è dei più facili nella Capitale. Un sovraccarico muscolare gli impedisce di scendere subito in campo. L’esordio è rimandato alla sfida dell’Olimpico contro l’Atalanta dove la Roma perde 2-0, ma può iniziare a guardare con fiducia al futuro per l’ottima prova di Smalling. Da quel giorno non esce più collezionando 14 presenze (11 in A e 3 in Europa League) senza saltare un minuto. Alle prestazioni sempre più convincenti si uniscono anche i gol contro Udinese e Brescia. Il feeling con la squadra migliora, con Fonseca è stato buono fin da subito e il pubblico giallorosso è ormai pazzo del centrale inglese. Anche contro l’Inter i numeri sono stati eccezionali: 100% di precisione nei passaggi lunghi e 85% passaggi complessivi, 75% di duelli aerei vinti, 5 palle recuperate, 3 intercettate, 1 tiro bloccato, 0 dribbling subiti e 0 gol concessi.
FUTURO - Statistiche che hanno ingolosito Southgate (ct dell’Inghilterra) sugli spalti di San Siro. Smalling, dal suo approdo a Roma, è tornato quantomeno nel radar del tecnico inglese e ora sembra più di un semplice candidato per un posto a Euro 2020. Anche Petrachi da un mese a questa parte è al lavoro con gli intermediari dell’operazione Chris e con il Manchester per trasformare il prestito in un acquisizione a titolo definitivo. Servono almeno 18 milioni, ma Fonseca per ora è tranquillo. “Smalling vuole restare” ha detto il portoghese dopo la vittoria con il Brescia. Due giorni fa, però, Solskjaer (allenatore United) ha aggiunto un po’ di pepe dicendo che tornerà in Inghilterra. Molto passerà dalla volontà del calciatore che a Roma vive bene (anche per la dieta vegana che segue) e i suoi compagni hanno iniziato a coccolarlo per convincerlo definitivamente. La fascia di capitano concessagli da Dzeko con il Basaksehir non è certo un caso.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Roma

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510